VENTURA E LE SUE CONTRADDIZIONI. CALCIATORI, RITROVATE L'UMILTA'!

Direttore Responsabile di TuttoSalernitana.com
30.10.2019 13:00 di Luca Esposito Twitter:    Vedi letture
VENTURA E LE SUE CONTRADDIZIONI. CALCIATORI, RITROVATE L'UMILTA'!

Una Salernitana irriconoscibile per un'ora perde con un avversario ampiamente alla portata e non onora i 500 tifosi che hanno sfidato le intemperie pur di essere presenti e fornire un contributo. Ancora una volta approccio sbagliato e tanta confusione anche a causa di una formazione discutibile. Ventura in teoria resta un valore aggiunto, ma non è lesa maestà dire che l'ingresso di Cerci contro Frosinone e Perugia non c'entrava nulla (ed è costato 4 punti) e che non dare spazio a Dziczek perché il Pisa ha cambiato modulo è spiegazione che non convince. La sua Salernitana ha fatto benissimo solo col Pescara all'esordio e a sprazzi con Chievo e Frosinone, per il resto fatica tremenda a fare gol e una involuzione che non può essere sempre spiegata semplicemente ricordando che negli ultimi tre anni si sono giocati due volte i playout. Se il mister non era soddisfatto dell'organico poteva chiedere un grande centravanti e non il suo pupillo fermo da due anni. Da quando Lotito ha parlato apertamente di rosa da serie A, i giocatori sembra abbiano perso serenità. Siamo convinti che l'organico al completo sia inferiore a poche altre,ma sarebbe ora di interrogarsi concretamente sulla querelle infortuni e su quelle parole del mister che parla di progetto duraturo per Salerno ma firma un annuale e "accetta" innumerevoli prestiti dalla Lazio. Sia chiaro che non ci iscriviamo al partito dei disfattisti, anzi ribadiamo che il vero tifoso va allo stadio ed è l'unico che ha diritto di critica. Ad oggi la Salernitana è a -3 dalla zona promozione diretta con mezza squadra out e un gruppo che ha una sua identità. Certo, qualche giocatore si è smarrito e il pessimo atteggiamento di un presuntuoso Maistro (torna sul pianeta terra) è l'emblema di una Salernitana che deve ritrovare fame agonistica. In tanti si specchiano, cercano la giocata ad effetto e vogliono risolverla da soli. Ma senza umiltà e spirito di squadra la Salernitana rischia il quinto flop consecutivo. Viceversa ci sarà ancora da divertirsi, a patto che a gennaio arrivi l'attaccante che manca da una vita.