ESCLUSIVA TS- Belmonte: "Jallow non vale 5 milioni, ma è un valore aggiunto"

25.01.2020 16:20 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
ESCLUSIVA TS- Belmonte: "Jallow non vale 5 milioni, ma è un valore aggiunto"

Intervistato dalla redazione di TuttoSalernitana in qualità di doppio ex, Emilio Belmonte ha presentato così la partita in programma alle ore 18 tra i granata e il Cosenza: "Sarà sicuramente una gara interessante, tra due squadre che devono assolutamente portare a casa punti. La Salernitana è reduce da una bella vittoria a Pescara: ha giocato bene, ha espresso un bel calcio ed è riuscita ad espugnare uno stadio storicamente difficile per tutti in queste categoria. Se si vuole davvero ambire a qualcosa in più di una semplice salvezza, è chiaro che serve continuità: il colpaccio dell'Adriatico assumerà un valore doppio se oggi si conquisteranno altri tre punti. Il fattore casalingo potrà avere la sua incidenza, conosco bene le potenzialità dell'Arechi. Pronostico? Impossibile, specialmente in B. Ripeto soltanto che la continuità è la componente principale per stazionare nelle zone nobili della classifica".

Intelligente e interessante una riflessione sul mercato e sul reparto offensivo granata: "Probabilmente Jallow non vale cinque milioni di euro, ma stiamo parlando di un valore aggiunto e di un ragazzo che, tra mille difficoltà, è riuscito a realizzare sei reti. Forse non sempre ha giocato delle buone partite, ma è un calciatore di livello che ha bisogno soltanto di serenità e continuità per esplodere definitivamente. Rottura con la piazza? Basterà qualche gol per riportare il sereno, la storia del calcio è piena di situazioni del genere e di strappi che si sono ricuciti in 90 minuti. Anche Giannetti è un atleta che ha fatto molta serie B, ha vinto il campionato a Cagliari da protagonista. Purtroppo chi fa questo ruolo è molto legato ai gol: ci sono quei periodi in cui ti sbatte addosso ed entra in porta, altri in cui non ti riesce nulla. Bisogna conviverci e non perdere mai l'autostima necessaria. Djuric sta facendo il suo: sei gol non sono pochi e c'è ancora tutto un girone di ritorno da disputare. In generale posso dire che il mercato invernale è un grosso fastidio per gli allenatori e per i calciatori. Le voci non fanno bene, possono distrarre. Molto meglio gettare le basi nella sessione estiva, mettendo il tecnico nelle condizioni di impostare un progetto preciso".