ESCLUSIVA TS-Fabiani: "Dire no ai milioni offerti certifica ambizione, ecco la verità su Cicerelli"

31.01.2020 23:02 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/TUTTOmercatoWEB.com
ESCLUSIVA TS-Fabiani: "Dire no ai milioni offerti certifica ambizione, ecco la verità su Cicerelli"

Intervistato a Milano dal nostro direttore Luca Esposito, il ds della Salernitana Angelo Fabiani ha parlato in esclusiva ai microfoni di TuttoSalernitana commentando così il mercato invernale: "Iemmello a parte non mi sembra che ci siano attaccanti in categoria che segnano tutti questi gol. Il nostro reparto offensivo, al netto di tre gol annullati ingiustamente, mi sembra abbia garantito un buon rendimento e lo stesso mister Ventura predilige calciatori che si muovano molto e abbiano fisicità per consentire anche ai centrocampisti di inserirsi in zona d'attacco. Si può fare sempre meglio e, in presenza di opportunità interessanti, avevamo l'obbligo di intervenire. E' stato un mercato complessivamente statico quasi ovunque, solo Empoli e Trapani hanno cambiato molto. A noi servivano ritocchi, chi fa tanto in inverno forse ha sbagliato qualcosa in estate".

Fabiani prosegue: "Abbiamo rifiutato offerte milionarie per giocatori di livello seguiti da club di categoria superiore, questo sta a significare che non abbiamo pensato ai soldi, ma a rispettare la piazza di Salerno allestendo una rosa di tutto rispetto e che, ad ora, è quarta in classifica. La promessa della società? Nessuno ha parlato di serie A, ma di sforzo massimo per fare il meglio e mi sembra che l'organico sia di valore. Se ci chiedono molti calciatori, evidentemente non siamo così scarsi. Raggiungiamo quanto prima quota 48, è un campionato così equilibrato e livellato che mi vengono i brividi se penso ad una zona retrocessione che contempla realtà come Empoli e Cremonese che sono destinate a risalire e a lottare per ben altri traguardi. Al meglio non c'è mai fine, vedremo il campo cosa dirà. Siamo soddisfatti del lavoro del mister, ora ci aspetta il derby e...spero non vinca il migliore".

Il ds conclude così: "Si fa polemica sul trasferimento di Novella, poi però ci dicono che nel settore giovanile non abbiamo ragazzi di talento e prospettiva. Le operazioni fatte con la Lazio non dovrebbero destare scandalo, a me sembra che l'Ascoli abbia condotto trattative numerose col Parma ma nessuno ha detto nulla. E' un tabù che va sfatato. Lombardi ora gioca a Salerno? E' questo ciò che deve interessare, la storia Casasola insegna che era tornato alla Salernitana e che un giocatore può restare a lungo qui da noi a prescindere dal club con cui è tesserato. Cicerelli? Era in scadenza, il Parma ha fatto una proposta ma noi volevamo tenerlo. Proponendo la Lazio abbiamo respinto al mittente ogni richiesta e, almeno fino a giugno, non ci saranno problemi. Tra l'altro non è stata certo una operazione a titolo gratuito. I tifosi della Salernitana devono giudicare il rendimento e l'impegno di questo gruppo, ci sono dinamiche di mercato che noi addetti ai lavori conosciamo. Se avessimo voluto indebolire la rosa, avremmo ceduto determinati giocatori. Invece sono rimasti tutti e abbiamo aggiunto due difensori e un centrocampista come Capezzi che ha già vinto campionati in categoria".