ESCLUSIVA TS- Letizia: "Episodi arbitrali discutibili, quella traversa di Improta..."

05.02.2020 18:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA TS- Letizia: "Episodi arbitrali discutibili, quella traversa di Improta..."

Intervistato in esclusiva dalla redazione di TuttoSalernitana, il difensore del Benevento Gaetano Letizia ha analizzato così il derby giocato domenica sera contro la formazione allenata da Gian Piero Ventura: "Sicuramente nel primo tempo la Salernitana ci ha messo in difficoltà, stiamo parlando di una squadra che è migliorata molto rispetto a qualche mese fa. Nel girone d'andata, obiettivamente, non c'è stata partita e vincemmo con gran merito, stavolta le cose sono andate diversamente ma abbiamo portato a casa un punto importante. In tanti parlano di "frenata della capolista", in verità abbiamo guadagnato un punto su Crotone e Pordenone mantenendo inalterato il vantaggio sui granata. Dopo la rete di Sau abbiamo dimostrato la nostra forza, c'è stata la traversa di Improta che poteva consentirci di portare a casa l'intera posta in palio".

Letizia si sofferma anche sulle polemiche arbitrali: "Bisogna cercare di analizzare le cose con onesta. Gondo, già ammonito, meritava il secondo giallo, stesso discorso per Maistro che ha trattenuto Viola per la maglia senza ricevere la sanzione prevista dal regolamento. Il gol annullato alla Salernitana? Ognuno ha le sue ragioni e tira l'acqua al proprio mulino, diciamo che il Benevento aveva le sue ragioni per lamentarsi. L'episodio dell'espulsione di Improta grida vendetta, forse non c'era nemmeno fallo". Facciamo notare a Letizia che le parole di Inzaghi sono un po' fuori luogo. Chi guida una corazzata dovrebbe spiegare i motivi del calo di rendimento per 70 minuti e non prendersela con il direttore di gara. Il terzino risponde così: "Ma ad un allenatore che è primo in classifica e sta facendo campionato a sè cosa si può dire? Questa squadra è stata costruita con intelligenza e il mister ci tiene sempre sul pezzo. Abbiamo una difesa che regge, peccato che Tuia abbia subito tanti infortuni perchè è un fenomeno per la categoria. Un centrocampo di qualità: ci dicevano che si corresse poco, ma in una rosa di livello c'è bisogno anche di chi mette qualità e quantità. Non solo della corsa. In avanti c'è Coda che, pur segnando meno degli anni scorsi, dà sempre un grosso contributo assieme a Sau. Un allenatore analizza la partita dal suo punto di vista, i numeri gli danno ragione".

Scherzando con Letizia gli abbiamo ricordato che è un calciatore sprecato per la categoria, ma che ha avuto grosse difficoltà contro Lombardi: "E' uno di quei calciatori che ho visto nettamente migliorato, ci ho giocato insieme in A proprio a Benevento e devo dire che ha numeri interessanti. Tutta la Salernitana è cresciuta molto rispetto alla gara d'andata. Cosa ci faccio io in B? Spero di restarci ancora il meno possibile, siamo vicini al raggiungimento di un grande traguardo. Io alla Salernitana? Nella mia carriera non ci sono mai state trattative o chiamate, non credo sia una cosa che si concretizzerà mai sinceramente".

Chiediamo a Letizia se la Salernitana possa competere per la promozione diretta e quanto può contare il fattore tifo ancor di più dopo aver visto lo spettacolo di domenica al Vigorito: "Sappiamo benissimo che la tifoseria granata è numerosa è calorosa, così come la nostra. Spingono tanto, possono fare la differenza e in Campania è una fortuna poter contare su piazze così alle spalle. Domenica è stato un bello spot per la B a prescindere dal risultato. Non so se la Salernitana possa andare direttamente in A, ci sono formazioni attrezzate come Crotone e Frosinone che daranno filo da torcere".