CESENA - SALERNITANA: ecco i Top&Flop dello show del "Manuzzi"

 di Giuseppe Bottone  articolo letto 1167 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
CESENA - SALERNITANA: ecco i Top&Flop dello show del "Manuzzi"

14^ giornata di Serie B 2017/18. Orogel Stadium - Dino Manuzzi di Cesena, domenica 12 novembre 2017.

CESENA - SALERNITANA 3-3. GAME OVER ALL'OROGEL STADIUM.

(Clicca qui per la sintesi ed il tabellino della partita)

TOP: 

FRANCO SIGNORELLI (SALERNITANA): il regista venezuelano, all'Orogel Stadium gira il miglior film di stagione. Partita perfetta, il ruolo da regista cucitogli a dosso da mister Bollini, esalta le sue doti nei cambi di gioco e nelle verticalizzazioni (tutte impeccabili). Quel che sorprende, è che quest'oggi dà anche una grossa mano alla squadra in fase di copertura. Dopo anni di ricerca disperata, la Salernitana ha finalmente trovato il suo genio a centrocampo. MOISES KAUFMAN

MATTEO RICCI (SALERNITANA): trova il suo primo gol con la casacca granata, nel momento più importante e decisivo del match di Cesena. Dopo uno splendido schema su calcio di punizione, si fa trovare pronto con una sassata di destro dal limite dell'area che pietrifica uno spocchioso Agliardi. Solita sostanza e fantasia li in mezzo al campo, non va in difficoltà nemmeno quando mister Bollini decide di giocarsi il tutto per tutto (giustamente), togliendo il suo compagno di reparto Minala. Un piccolo mastino con fosforo in testa. FOLLETTO 

KARIM LARIBI (CESENA): partita di spessore della mezzala cesenate. Quando il gioco si svolge dalle sue parti, ci sono sempre numerosi grattacapi per la retroguardia granata. Ottimo il fraseggio con il veloce e lesto Jallow. Da una sua pugnace azione di sfondamento, nasce l'azione che propizia l’autogol di Pucino. SPINA NEL FIANCO

MOUSSA KONE (CESENA): sembra quasi aver il corpo cosparso di colla il tignoso mediano bianconero. Catalizza su di lui tutte le azioni di interdizione della squadra di casa. Ha il merito di realizzare il gol della domenica con una bordata da fuori area (con una minima complicità di Adamonis). Nella ripresa va vicino alla doppietta personale con una giocata molto simile a quella della prima frazione di gioco. ROCCIA

FLOP: 

RICCARDO BOCALON (SALERNITANA): ha l'occasione di cambiare in positivo la partita per i granata. Azione di sfondamento di Rossi sulla fascia sinistra, palla al centro per la punta ex Alessandria che da solo, senza nessuno in marcatura, cicca clamorosamente la palla gettando alle ortiche il possibile 2-2. Poteva essere una batosta troppo pesante da digerire per i suoi, soprattutto dopo il momentaneo 1-3 romagnolo e l'espulsione (ingiusta) per doppia ammonizione di Gatto. Ironia della sorte, proprio da una suo tap-in su una corta respinta di Agliardi (nata da una sua iniziale conclusione), parte la rimonta campana. Partita generosa, ma serve più cinismo e cattiveria sotto porta. E' andata bene oggi, non può andare bene per sempre. SONNAMBULO

ROMANO PERTICONE (CESENA): soffre in modo spropositato le accelerazioni di Alex, e di tutti coloro che transitano dalle sue parti. Ha il merito di murare qualche lancio degli avanti ospiti, ma non basta ad arginare la travolgente manovra granata. Genera ingenuamente il fallo su Rossi che porta al calcio di punizione che  genera il gol del pareggio finale. FRASTORNATO