CESENA-SALERNITANA: granata mai domi, stoico pareggio in rimonta al "Manuzzi"

CESENA-SALERNITANA 3-3
 di Valerio Vicinanza  articolo letto 523 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
CESENA-SALERNITANA: granata mai domi, stoico pareggio in rimonta al "Manuzzi"

Continua la striscia di imbattibilità della Salernitana che dimostra ancora una volta tutto il suo carattere pareggiando in rimonta al “Manuzzi” di Cesena per 3-3 nonostante l'inferiorità maturata nella ripresa.

Inizio shock per la Salernitana che dopo tre minuti si trova già in svantaggio per merito della rete di Kupisz, bravo a battere Adamonis con un colpo di testa in tuffo su un preciso cross di Fazzi. Al 6' è invece Kone a far correre un brivido ai granata, con una conclusione dal limite che sibila vicino al palo. I granata faticano a carburare ma al 15' si rendono pericolosi con il colpo di testa di Bocalon che scheggia la parte superiore della traversa, mentre due minuti più tardi è Minala a chiamare in causa Agliardi con una conclusione dal limite piuttosto telefonata. Tuttavia al 22' il Cesena trova il raddoppio grazie ad un eurogol di Kone che, da oltre trenta metri, fulmina Adamonis con una sassata imprendibile di prima intenzione. Il secondo gol, potenzialmente letale, non demoralizza però i granata che dopo appena cinque giri di lancette accorciano le distanze con l'ex Rodriguez, bravo ad insaccare una respinta corta di Agliardi sull'incornata di Bocalon. La Salernitana aumenta così progressivamente la pressione offensiva e al 29' va vicino al pareggio grazie alla conclusione dal limite di Ricci, terminato di poco a lato. Al 35' ancora un Kone scatenato si libera la conclusione con una bella finta e dal limite conclude tra le braccia di Adamonis. Sul ribaltamento di fronte nuovamente Ricci chiama in causa Agliardi, che blocca la sua conclusione dalla distanza sporcata da Alex. Nessun'altra emozione nel primo tempo che si conclude col Cesena in vantaggio per 2-1.

Nella ripresa la gara stenta a decollare e al 57' Bollini richiama in panchina l'autore del gol Rodriguez, non al top della forma, inserendo il giovane Alessandro Rossi per dare freschezza ed imprevedibilità al reparto offensivo. Proprio il neoentrato al 62' recupera con grande caparbietà un pallone dai piedi di Perticone, salta di netto Scognamiglio e serve in area Bocalon che, a porta sguarnita, liscia clamorosamente il pallone. Un antico adagio recita “gol mancato, gol subito” ed infatti al 66' il Cesena sembra mettere in ghiaccio la partita: grande giocata personale di Laribi che sfonda a sinistra e mette un pallone teso al centro su cui arriva la sfortunata deviazione di Pucino, che mette alle spalle di Adamonis per il 3-1 cesenate. Trascorrono appena due giri di lancette e la Salernitana rimane in dieci per l'espulsione di Leonardo Gatto che, già ammonito pochi istanti prima, interviene in ritardo sul portiere Agliardi guadagnandosi il secondo giallo. Le energie mentali della squadra di Bollini sembrano però interminabili perché al 71' i granata riaprono inaspettatamente la contesa con Bocalon, che prima spizza con la testa un cross del neoentrato Di Roberto e poi sulla respinta di Agliardi, ribadisce in rete la sfera. Nonostante l'inferiorità numerica e lo svantaggio la Salernitana non demorde e perviene incredibilmente al pareggio sette minuti più tardi: su una punizione dal limite, schema perfetto dei granata che liberano alla conclusione Ricci, che di destro fulmina Agliardi e realizza il 3-3. Il Cesena non riesce far girare la sfera con facilità, ma ci prova all'87' ancora con una conclusione dalla distanza di Kone deviata in corner. All'89' è invece Rizzo, da poco entrato al posto di Signorelli, a provarci da fuori area spedendo alto sulla traversa. La gara termina senza ulteriori sussulti e la Salernitana porta a casa un punto che vale oro tra gli applausi degli oltre 2000 supporters granata, esaltati dall'ennesima stoica rimonta dei loro beniamini.

TABELLINO

CESENA-SALERNITANA 3-3

CESENA (4-4-1-1) : Agliardi; Perticone, Esposito, Scognamiglio, Fazzi; Kupisz (40' st. Vita), Schiavone (29' st. Cascione), Konè, Dalmonte (39' st. Panico); Laribi; Jallow. A disposizione: Fulignati, Melgrati, Mordini, Gliozzi, Moncini, Sbrissa, Farabegoli, Setola, Rigione. Allenatore: Fabrizio Castori.

SALERNITANA (3-5-2) : Adamonis; Pucino, Mantovani, Vitale; Gatto, Minala (25' st. Di Roberto), Signorelli (40' st. Rizzo), Ricci, Alex; Rodriguez (11' st. Rossi), Bocalon. A disposizione: Russo, Iliadis, Asmah, Odjer, Zito, Cicerelli,  Kiyine, Kadi. Allenatore: Alberto Bollini.

Arbitro: Riccardo Ros di Pordenone (Cangiano-Lanotte). IV uomo: Baroni di Firenze
Marcatori: 3' Kupisz, 22' Kone, 27' Rodriguez, 21'st aut. Pucino, 26' st. Bocalon. 33' st. Ricci
Ammoniti: Kone, Jallow, Rodriguez, Fazzi, Gatto
Espulso: 23' st. Gatto (doppio giallo).