DERBY: due "ospiti" d'eccezione lunedi contro il Benevento

14.09.2019 17:00 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: La Città
© foto di Carlo Giacomazza/tuttosalernitana.com
DERBY: due "ospiti" d'eccezione lunedi contro il Benevento

Dov’eravamo rimasti? Sì, a quel pomeriggio caldo eppure buio, sotto un sole spento, di Salernitana-Carpi 2-5. L’inizio d’una fine scongiurata soltanto ai playout e all’ultimo rigore. Era il tramonto d’aprile. L’ultima volta di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma, insieme, sugli spalti dell’Arechi. Sfilarono via in silenzio, imbufaliti, con l’anima nera come la notte. "Ma davvero rischiamo di retrocedere?", si chiesero tra i denti. C’era una babele in mezzo al deserto: pochi tifosi dentro, alcuni muti e altri furiosi, poi i contestatori all’esterno, e tutti gli altri, la stragrande maggioranza, a casa. Rischiò sì, la squadra granata, e anche di brutto. Il seguito è storia nota, e a riannodare i fili del discorso, adesso, quei giorni appaiono persino più lontani rispetto al tempo ch’è effettivamente trascorso. Torneranno assieme, spalla a spalla, sulle poltroncine dello stadio con il nome da principe, i due soci e cognati, lunedì sera per Salernitana-Benevento, il derby che potrebbe davvero segnare una svolta netta rispetto a quel passato da incubo. Sì, perché tre indizi fanno una prova e l’ippocampo, reduce da due vittorie di fila, avrebbe la grande chance non solo d’aggiornare con un piccolo capitolo il proprio libro dei cent’anni (mai un tris di successi consecutivi al pronti-via in serie B), ma soprattutto di sentir sempre più forte il riavvicinamento con una piazza che in questi giorni ha riacceso il sacro fuoco dell’entusiasmo. Non è tanto per il possibile primato in sé, assai effimero dopo neppure un mese di campionato (anche se i punti conquistati sono reali, e peseranno pure a maggio), qui la suggestione è più grande e sono i co-patron a viverla in prima persona. Entrambi, nelle rispettive interviste rilasciate a “la Città” nei giorni scorsi, hanno annunciato la propria presenza, perché il derby dà anche a loro l’opportunità di ricucire uno strappo che solo il potere dei risultati potrà archiviare del tutto.