EMPEREUR: duttilità e fisicità

03.09.2015 17:00 di Orlando Savarese  articolo letto 4048 volte
Alan Empereur
© foto di Federico De Luca
Alan Empereur

"Sono un centrale ma posso giocare anche esterno a sinistra", così Alan Empereur, possente difensore rilevato da poco dalla Salernitana, si era descritto nella sua prima intervista rilasciata quando era in ritiro con il Teramo, a testimonianza di una certa duttilità e, se vogliamo, umiltà. Giocatore brasiliano, ha solo 21 anni, è stato in orbita Fiorentina, è con i viola che si è formato calcisticamente, e tra le sue caratteristiche c'è quella di uscire dalla difesa palla al piede, un modo di giocare che lo porterebbe a essere utile anche sulla fascia, oppure nell'eventualità di una retroguardia a tre per potersi coprire maggiormente. Inoltre sui piazzati a favore può portarsi dentro l'area avversaria, è così che in un campionato Primavera ha segnato 4 gol con la Viola.

Nella scorsa stagione il difensore, mancino naturale, è stato impiegato quasi sempre con la maglia dell'Ischia fino al trasferimento al Livorno avvenuto in gennaio. Nella Salernitana Empereur arriva in un reparto che comprende al centro Schiavi, Lanzaro e Trevisan, escluso Tuia che è indisponibile per mesi, quindi per adesso parte con la necessità di conoscerli tutti e di familiarizzare con loro sul campo, ma le qualità dello stopper sudamericano possono emergere anche di più in B col passare delle settimane.