EX GRANATA: Garofalo regala il secondo posto al Venezia, Grassadonia stende l'Empoli

 di Valerio Vicinanza  articolo letto 184 volte
Agostino Garofalo
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Agostino Garofalo

Nella settimana degli spareggi per i Mondiali 2018 si ferma la Serie A, ma tornano in campo Serie B e C, con tanti ex granata impegnati nel week-end. Ecco com'è andato il fine settimana delle vecchie conoscenze della Salernitana.

In Serie B all'Empoli non basta l'undicesimo centro stagionale di Francesco Caputo, a segno con un destro deviato da Berra, per avere la meglio della Pro Vercelli di mister Grassadonia, vittoriosa per 2-1 in rimonta. In campo per i toscani anche Alfredo Donnarumma, Bergamelli e Mammarella, invece, per i biancocrociati. Termina a reti bianche la gara tra l'Avellino di Laverone (in campo tutta la gara) e l'Entella, mentre il Frosinone di Dionisi (in campo 81') viene fermato sull'1-1 dallo Spezia e scivola al secondo posto alle spalle del Palermo, che si impone per 2-1 in rimonta sul campo della Cremonese. Per i lombardi in campo Antonio Piccolo, sostituito al 75' dall'altro ex granata Giampietro Perrulli. Un sinistro vincente dalla distanza di Agostino Garofalo basta al Venezia di Pippo Inzaghi per sbarazzarsi del Perugia di mister Breda, pericolosamente fermo a quota 15 punti in zona playout, e per agganciare il secondo posto. In campo per i lagunari anche Marcello Falzerano, solo panchina invece per Soligo e Gori. Il Foggia di Mazzeo, sostituito al 76' dall'altro ex granata Empereur al rientro dopo due mesi, si impone per 2-0 sul campo dell'Ascoli nello scontro salvezza e si porta momentaneamente fuori dalle zone calde. Il Parma batte per 2-1 il Cittadella di Litteri (in campo tutta la gara), mentre Ternana e Novara si dividono un punto a testa nell'1-1 del “Liberati”. In campo per gli umbri Adriano Montalto, per i piemontesi invece Sciaudone, con Ronaldo in panchina. Il Bari, infine, supera di misura per 1-0 il Pescara di mister Zeman e si porta al quarto posto. In campo per i pugliesi Riccardo Improta (sostituito all'81') e Massimiliano Busellato (sostituito al 62').

Per quanto riguarda la Serie C, nel girone A il Siena di Andrea Sbraga e Dario D'Ambrosio (entrambi titolari) non riesce ad approfittare del pareggio della capolista Livorno (fermato sul'1-1 dal Monza) e cade per 3-2 in casa col Pontedera. Così, col pareggio sul campo del Monza, il Livorno di Franco (in campo tutta la gara) e Giandonato (subentrato all'intervallo) si porta a +7 con una partita in meno. Il Pisa di Eusepi (in campo tutta la gara) e Negro (subentrato al 54') non va oltre lo 0-0 interno col Giana Erminio ma guadagna un punto sul Siena secondo, ora a due lunghezze di distanza. Nel girone B successo esterno per la Samb di Gennaro Troianiello (subentrato al 66'), che batte 2-1 il Ravenna resta in zona playoff. Nel girone C, invece, il Catania si mantiene in scia alla capolista Lecce battendo per 1-0 il Catanzaro. In campo per gli etnei i due ex granata Russotto e Marchese. Successo inatteso, infine, per il Cosenza di Caccavallo (in campo dal primo minuto) e Mendicino (entrato all'intervallo) che batte per 1-0 la Juve Stabia e si porta momentaneamente fuori dalla zona retrocessione.