L'AVVERSARIO - Entella squadra solida e organizzata, occhio a Caputo e Ammari

 di Valerio Vicinanza  articolo letto 161 volte
L'AVVERSARIO - Entella squadra solida e organizzata, occhio a Caputo e Ammari

A chiudere il quadro della trentunesima giornata di Serie B ci penserà il posticipo del Comunale tra Virtus Entella e Salernitana, che metterà in palio punti pesanti per entrambe le compagini. La squadra del grande ex Roberto Breda è reduce da cinque risultati utili consecutivi e viene dal pareggio a reti bianche contro il Benevento. La squadra ligure è solita adottare un 4-3-1-2 molto rapido, che punta tutto sulla forza del reparto offensivo, composto da due giocatori di assoluto valore come il numero 10 Andrea Catellani e l'ex Francesco Caputo, vero rapace d'area, dotato di un'ottima tecnica di base e autore fin qui di ben 14 reti, alle spalle del solo Pazzini fermo a quota 19. I numeri parlano di 42 gol segnati (con la media di 1,4 a partita) e di 34 subiti, alla pari della Salernitana, per un Entella che fa della solidità una delle sue armi migliori, vantando un centrocampo di buona sostanza e qualità in cui spicca il capitano Troiano, uno dei maggiori recupera-palloni dell'intero campionato ma abile anche nel far partire l'azione. Al suo fianco il giovane Marco Moscati, mezzala molto dinamica e dotata di un buon bagaglio tecnico. Da tenere d'occhio anche il giovane scuola Olympique Marsiglia Najib Ammari, disimpegnatosi fin qui sia nel ruolo di trequartista che in quello di mezzala: l'algerino classe '92 abbina delle doti atletiche e fisiche importanti a qualità tecniche non comuni, che lo rendono abilissimo nel dribbling. Un'altra arma letale della squadra di Breda sono inoltre i calci piazzati, da cui sono arrivati diversi gol pesanti in questa stagione.