L'INIZIATIVA - Idee per le maglie del centenario

 di Paolo Siotto  articolo letto 955 volte
L'INIZIATIVA - Idee per le maglie del centenario

Realizzare delle bozze di maglie da proporre alla Salernitana in vista del centenario. É questa l'idea del graphic designer Paolo Speziale il quale con EZ design ha riprodotto delle potenziali divise da gioco con richiami ai colori storici ed alle tradizioni della quasi centenaria squadra granata. 

PRIMA MAGLIA (ELEGANZA) - Proposta semplice ed elegante, il Granata è ovviamente il colore dominante di quella che dovrebbe essere la prima maglia da gioco. Un granata che va a chiudersi con le rifiniture sul colletto Bianco e Celesti (i primi colori sociali della storia del club del cavalluccio), dal bottone (bianco). Le rifiniture in bianco e celeste sono poi richiamate anche sulle maniche.
La maglia è decorata con un pattern che ricorda quello della stagione 1994-1995, con il ripetersi del Cavalluccio, tono su tono di una tonalità più scura rispetto al granata della maglia. Un Pattern che non va ad intaccare l’essenzialità e la pulizia della jersey, ma che le conferisce ancora più eleganza.

SECONDA MAGLIA (TRADIZIONE) - Proposta estremamente classica e tradizionalista: una maglia Bianca con colletto di colore Granata (stile polo) a due bottoni. Granata che si ripete anche sulle maniche. Nella parte sinistra un Cavalluccio grigio chiaro si erge in verticale per tutta la lunghezza della casacca: si tratta dello stesso cavalluccio dello stemma registrato dal Comune di Salerno nell’ottobre del 2011 presso la Camera di Commercio, per tutelare l’immagine storica e tradizionale del calcio salernitano al di là di ogni vicenda che poteva verificarsi negli anni. Una maglia che ha come preciso intento quello di mantenere forte il legame con la città.

TERZA MAGLIA (APPARTENENZA) - E’ la terza proposta in ordine di tempo, ma in un certo senso è la prima per importanza. La prima Salernitana, infatti, indossava esattamente questo tipo di casacca: una maglia a righe larghe verticali bianche e celesti, per richiamare i colori del cielo e del mare (come da usanza dell’epoca per tutte le squadre delle città marinare). 
Con questi colori la Salernitana è scesa in campo dall’anno di fondazione fino al 1922, e poi nella stagione 1929/1930. Nella nostra proposta, per fortificare ancora di più questo concetto storico (i colori del mare e del cielo) abbiamo inserito nel design della casacca una trama per richiamare le onde del mare, sottolineando questo concetto anche con le rifiniture della maglietta di colore blu scuro, rappresentando in questo modo le sfumature del mare.