L’ALLENATORE AVVERSARIO: la scheda di Leonardo Semplici

01.10.2016 11:00 di Simone Gallo  articolo letto 858 volte
© foto di Federico Gaetano
L’ALLENATORE AVVERSARIO: la scheda di Leonardo Semplici

Dopo l’entusiasmante vittoria sul Trapani, la Salernitana questo pomeriggio farà visita alla SPAL di Leonardo Semplici, conosciamo meglio il trainer fiorentino: fa il suo esordio nel calcio professionistico all'età di 20 anni, ex difensore, passa gran parte della sua carriera in Serie C.  Semplici inizia la sua avventura da allenatore nel San Gimignano Sport in Eccellenza, ma le prime soddisfazioni arrivano sulla panchina del Figline, dove porta il sodalizio fiorentino in tre anni dall’Eccellenza alla Prima Divisione. Dopo la parentesi in gialloblù, Semplici viene chiamato per la panchina dell’Arezzo. Esperienza amara poiché viene esonerato dopo sole 14 giornate, nonostante il terzo posto in graduatoria fino ad allora raggiunto. Dopo l’incubo vissuto in terra aretina, viene scelto per allenare il Pisa, dopo l'esonero di Stefano Cuoghi nel novembre 2010: i risultati, tuttavia, non convincono la società che lo allontana dopo tre mesi. Il tecnico non si dà per vinto e riparte dalla Primavera della Fiorentina. Con i viola Semplici mette in mostra un gran gioco, accompagnato da ottimi risultati. Dopo ben quattro anni con le giovanili, nel 2014 arriva l’occasione di rilanciarsi tra i grandi con la SPAL in Lega Pro. Con gli estensi sfiora i play-off il primo anno, mentre nella seconda stagione domina il campionato e conquista la promozione in Serie B. Arriviamo dunque alla stagione in corso.

Per quanto concerne le strategie tattiche, fin qui Semplici ha sempre schierato la sua squadra con la difesa a 3, alternando il 3-5-2 al 3-4-1-2. Nonostante il modulo difensivo la sua squadra ha già subito ben 9 reti, manifestando qualche problema soprattutto in fase di copertura. D’altro canto l’attacco degli spallini fin qui è andata all’asciutto solo una volta, ed in casa in biancoazzurri sono degli avversari ancor più temibili.