OCCHIO ALL’AVVERSARIO: il Chievo prepara il gelo per Ventura

13.02.2020 22:30 di Ferdinando Gagliotti   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
OCCHIO ALL’AVVERSARIO: il Chievo prepara il gelo per Ventura

Lunedì 17 febbraio la Salernitana farà visita al Chievo, in occasione del match valido per la ventiquattresima giornata di questa Serie B. Calcio d’inizio fissato per le ore 21 allo Stadio Bentegodi.

I Clivensi occupano ad oggi l’undicesimo posto in classifica, con un bottino di 31 punti e la prima posizione utile per i playoff distante appena due lunghezze. La formazione di Michele Marcolini vive un momento altalenante: nelle ultime cinque apparizioni sono arrivati tre pareggi, intervallati da una vittoria ed una sconfitta.

A guidare i veneti, a suon di gol e assist, ci sta pensando Riccardo Meggiorini: il classe ’85 è il miglior marcatore dei suoi con 7 reti ed ha fornito anche 4 assist, che tuttavia non sarà tra i protagonisti del match a causa di un infortunio, così come Vignato, Obi e Cavar. Fondamentale anche l’apporto di Filip Djordjevic, autore di 4 gol e 3 assist e che nello scorso match giocato dai gialloblù contro il Pisa è subentrato proprio a Meggiorini, al 19’ del primo tempo.

Chievo che potrebbe dunque leggermente cambiare volto contro la Salernitana: probabile 4-3-3 con Giaccherini, Djordjevic e Ceter a comporre il tridente offensivo, mentre il resto dell’undici titolare dovrebbe essere riconfermato.

I veneti ed i granata si sono affrontati per otto volte nella loro storia: il bilancio sorride ai primi, che hanno avuto la meglio in quattro occasioni. All’andata non si andò oltre l’1-1, in una gara condizionata dai cartellini rossi in cui timbrarono il cartellino Djordjevic prima e Kiyine poi.

L’accoglienza prevista al Bentegodi per Gian Piero Ventura sarà tutt’altro che calorosa: la parentesi dell’attuale tecnico dei campani sulla panchina dei Clivensi non è stata felice e il pubblico da quelle parti non gli riserverà di certo amore e nostalgia. Motivo in più per l’ex tecnico della Nazionale per tornare a casa con un sorriso a trentadue denti.