PAGELLE: Migliorini e Karo sugli scudi, attacco mai pericoloso

23.09.2019 00:15 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/tuttosalernitana.com
PAGELLE: Migliorini e Karo sugli scudi, attacco mai pericoloso

Di seguito le pagelle della Salernitana, capace di vincere per 1-0 sul campo del Trapani grazie ad un calcio di rigore realizzato da Sofiane Kiyine. Partita sicuramente non bella da parte dei granata, cinici e molto concreti in difesa ma altrettanto abulici in avanti. Il vento è stato un fattore, iniziano a pesare anche le numerose assenze. Ecco i nostri voti:

Micai 6,5: la prima mezz'ora è da incubo, anche a causa del vento sbaglia un sacco di rinvii e in una circostanza rischia di farsi beffare da Pettinari con un tiro da lontano. Nella ripresa è fondamentale con quattro parate di livello assoluto, a tratti sembra tornare quello dello scorso girone d'andata.

Karo 7: scende in campo visibilmente provato dalle noie muscolari patite in settimana, offre la quarta prova convincente di fila. Ha personalità, piedi buoni e tanto carattere. Nel finale salva tutto di testa anticipando Nzola.

Migliorini 6,5: mezzo voto in meno per un paio di disimpegni sbagliati, limite sul quale sta lavorando molto con l'allenatore. In difesa è stato perfetto, di testa ha giganteggiato annullando un cliente scomodo come Pettinari.

Jaroszynski 5: insolite difficoltà di uno dei migliori calciatori della rosa. Il retropassaggio kamizake a inizio ripresa poteva costare carissimo, in ritardo praticamente ogni volta che il Trapani si affaccia dalle sue parti.

Cicerelli 6: pronti, via ed ecco un gran cross non sfruttato a dovere dagli attaccanti. Si accende ad intermittenza, prova spesso l'azione stile Cosenza e gli riesce a metà. Cresce nel finale e si conferma un elemento di valore assoluto.

Kiyine 6,5: continuiamo a pensare che mezz'ala renderebbe molto di più. Si sacrifica, recupera anche qualche buon pallone, ma convince a metà. La sblocca su rigore con freddezza, con quel vento non era semplice.

Firenze 4,5: prova disastrosa, dal primo all'ultimo minuto. Non a caso Ventura e De Patre entrano quasi in campo per richiamarlo. Tatticamente in difficoltà, in avanti non si è mai visto.

Maistro 5: si vede che ha piedi buoni, forse è ancora troppo leggerino per la categoria. Parte bene, con un paio di sovrapposizioni pericolose che piacciono tanto all'allenatore. Sparisce progressivamente, ci si aspettava di più.

Di Tacchio 6,5: riscatta alla grande l'opaca performance di lunedì scorso, nella prima mezz'ora salva almeno tre volte il risultato con anticipi provvidenziali di testa e in scivolata. Rischia l'espulsione per un fallo di mano e per un intervento da dietro. Ci poteva stare, obiettivamente.

Giannetti 4,5: serataccia, un po' come contro il Benevento. Due volte viene lanciato a rete,è incomprensibilmente lento e si fa fermare dalla difesa avversaria. Ci fosse stata un'alternativa sarebbe uscita molto prima

Djuric 5,5: indiscutibile per impegno. proprio per questo gli attribuiamo un voto anche più alto di quello che meriterebbe. Cicerelli crossa alla perfezione, arriva in ritardo. Guadagna caparbiamente un giallo e aiuta la squadra a salire. Non è un bomber, ma ci mette cuore

Ventura 6: la vittoria è arrivata, 9 punti su 12 erano praticamente inaspettati da tutti a inizio campionato. La peggior prestazione dell'anno coincide anche con una prova di carattere del gruppo. I campionati si vincono anche così.