PESCARA-SALERNITANA: i granata cadono ancora, all'Adriatico decide la prodezza di Brugman

PESCARA-SALERNITANA 1-0
 di Valerio Vicinanza  articolo letto 337 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
PESCARA-SALERNITANA: i granata cadono ancora, all'Adriatico decide la prodezza di Brugman

Seconda sconfitta consecutiva per la Salernitana, che cade per 1-0 all' “Adriatico” contro il Pescara dell'ex Zeman, al termine di una prova incolore. I granata, quasi mai pericolosi per tutti i 90', si sono poi ritrovati nel finale senza il proprio tecnico, espulso dal campo per proteste, e scivolano così a -6 dai play-off mantenendo un vantaggio di appena tre punti sui play-out.

La gara inizia col Pescara che prova a condurre le operazioni ma è dei granata il primo squillo del match, con un colpo di testa di Schiavi al 4' che non inquadra lo specchio. I padroni di casa faticano a trovare varchi ma crescono col passare dei minuti e al 17' sfiorano il vantaggio con Vanzania, che, in piena area, cicca clamorosamente un traversone di Pettinari graziando gli uomini di Colantuono. Al 21' Brugman semina il panico nella difesa granata e prova a servire Yamga in area, sbagliando però la misura. La Salernitana inizia a soffrire la crescente pressione biancazzurra ma al 24' ci prova con Zito che va alla conclusione di prima su assist di Sprocati trovando la pronta risposta di Fiorillo. Cinque minuti più tardi Pettinari si divora il gol del possibile vantaggio a tu per tu con Radunovic, ma il direttore di gara ferma il gioco ravvisando un fallo in attacco. Il Pescara continua a spingere e i granata che provano a pungere in contropiede, ma la gara si trascina stancamente fino al riposo senza ulteriori sussulti.

All'intervallo mister Colantuono effettua già il primo cambio: fuori Schiavi, dentro Di Roberto, col passaggio al 4-3-3. Ritmi blandi all' “Adriatico”, dove latitano le occasioni da gol. Al 57' termina anche la gara di Della Rocca, sostituito da Kiyine. Cinque giri di lancetta e il Pescara trova anche il gol con Pettinari, ma il guardalinee annulla tutto per posizione di offside dell'attaccante pescarese. Al 71' Kiyine chiama in causa Fiorillo con una conclusione centrale dopo una combinazione con Sprocati, mentre cinque minuti più tardi sempre il marocchino spara in curva una punizione da posizione invitante. Perfetta, invece, l'esecuzione di Brugman, che all'80' porta in vantaggio il Pescara con una splendida punizione a giro su cui Radunovic non può nulla. Tre minuti dopo è sempre l'uruguagio a sfiorare la doppietta con una pregevole rovesciata in area che si spegne sul fondo. La Salernitana prova a reagire allo svantaggio, ma presta il fianco alle ripartenze biancazzurre. All'86' il neoentrato Bunino, lanciato in profondità da Balzano, si fa murare da un super-Radunovic sprecando una ghiotta occasione. Nel finale la Salernitana non riesce ad imbastire azioni offensive degne di nota e si ritrova anche priva del suo allenatore Stefano Colantuono, espulso per proteste al 90'. Termina così 1-0 per i padroni di casa, per la seconda sconfitta consecutiva della Salernitana.

TABELLINO

PESCARA-SALERNITANA 1-0

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Gravillon, Perrotta, Mazzotta; Valzania, Carraro (32'st Proietti), Brugman; Mancuso, Pettinari (32'st Bunino), Yamga.  A disposizione: Savelloni, Elizalde, Campagnaro, Fiamozzi, Capone, Baez, Machin, Cocco. Allenatore: Zdenek Zeman.

SALERNITANA  (3-5-2): Radunovic; Casasola, Schiavi (1'st Di Roberto), Monaco; Pucino, Della Rocca (12'st Kiyine), Minala, Zito (36'st Bocalon), Popescu; Palombi, Sprocati. A disposizione: Adamonis, Russo, Vitale, Tuia, Signorelli, Rossi, Rosina. Allenatore: Stefano Colantuono.

Arbitro: Martinelli di Roma 2
Marcatore: 35'st Brugman
Ammoniti: Schiavi, Carraro, Gravillon
Nota: allontanato il tecnico Colantuono al 45'st