PESCARA - SALERNITANA: i Top&Flop della sconfitta in Abruzzo

10.02.2018 19:00 di Giuseppe Bottone  articolo letto 758 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
PESCARA - SALERNITANA: i Top&Flop della sconfitta in Abruzzo

25^ giornata di Serie B 2017/18. Stadio Adriatico Cornacchia di Pescara, sabato 10 febbraio 2018.

PESCARA - SALERNITANA 1-0. GAME OVER ALL'ADRIATICO

(Clicca qui per la sintesi ed il tabellino della gara)

TOP:

ANDREW GRAVILLON (PESCARA): alla sua prima da titolare con la maglia biancazzura, l'ex Benevento ripaga con una grande prestazione la fiducia del tecnico Zeman. Puntuale in uscita dalla difesa e vigoroso nelle entrate sulla palla, il centrale del Pescara disputa la partita perfetta, riuscendo a non soffrire la velocità di Sprocati, schierato nel tandem d'attacco da Colantuono. GUERRIERO

GASTON BRUGMAN (PESCARA): con un perfetto tiro a giro all'incrocio dei pali su calcio di punizione, il numero 16 del Pescara decide il match dell'Adriatico. Partita di grande classe e acume tattico per il centrocampista uruguaiano, che passeggia li nel reparto nevralgico su ciò che resta di un lento e prevedibile centrocampo granata. GENIO

TIAGO CASASOLA (SALERNITANA): dopo l'ottima prova offerta la scorsa settimana in casa con il Carpi, ennesima prova di grande carattere e personalità per il difensore argentino, che continua a crescere anche in termini di condizione. Trovatosi al centro delle veloci trame di gioco del Pescara, Casasola si è rimboccato le maniche riuscendo a contrastare colpo su colpo alle folate offensive di Mancuso e soci. Nonostante una grande prestazione, torna nuovamente a casa con l'amaro in bocca. TENACE

FLOP:

JOSEPH MINALA (SALERNITANA): lento, compassato e prevedibile, questa è la sintesi della partita da incubo vissuta quest'oggi dall'eroe del Partenio. Abituati a prestazioni di ben altro spessore, fa specie vedere Joseph perdere un considerevole numero di palloni li in mezzo al campo. Servirà invertire la marcia contro la Pro Vercelli, una battuta d'arresto può esserci ma non bisogna perseverare. OFF

SIMONE PALOMBI (SALERNITANA): tornato in campo da titolare dopo lo stop obbligato di sabato scorso, la punta scuola Lazio non si è trovata a suo agio nel tandem d'attacco completato da Sprocati. Ingabbiato alla perfezione da Gravillon in giornata di grazia, la giovane punta sembra lenta e arruffona nel controllo palla. Da rivedere sicuramente, può e deve dare di più. RIMANDATO