PESCARA - Sebastiani convinto: "Il mercato di gennaio non serve a niente"

13.01.2020 18:30 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: forzapescara
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
PESCARA - Sebastiani convinto: "Il mercato di gennaio non serve a niente"

Ripresa del campionato che si avvicina e Pescara che si prepara in vista della gara di domenica contro la Salernitana. Tiene banco, però, il calciomercato, col Delfino sempre a caccia di una punta. Da Melchiorri (di cui vi abbiamo parlato nei giorni scorsi) fino a Stefano Pettinari, indiscrezione delle ultime ore. Entrambi sarebbero dei ritorni. Sulla questione ha fatto il punto il presidente Daniele Sebastiani che, in un'intervista pubblicata sul sito ufficiale, ha voluto dire la sua su queste voci di mercato: "Pettinari è un giocatore forte, lo sappiamo, a Pescara ha fatto bene ed ha delle caratteristiche che possono fare al caso nostro. Non c'è nulla però, non abbiamo parlato né col Trapani né col giocatore. Ma ci sono anche altri profili che abbiamo sotto controllo". Nelle scorse settimane, diverse testate hanno rilanciato il nome di Federico Marchetti, esperto portiere, ex Nazionale, in uscita dal Genoa: "Non posso commentare tutte le voci che escono - taglia corto il presidente - noi siamo a posto così. Ci servono solo una punta e, forse, un difensore centrale". Sebastiani, inoltre, non vuole indicare un budget per l'acquisto di una punta: "Dipende da cosa offre il mercato. Possiamo anche avere un budget, ma se poi il giocatore che vogliamo non parte non serve a nulla. Sento di Moreo, ma non è sul mercato. Lo stesso vale per Ciofani su cui la Cremonese ha fatto un investimento in estate e dubito se ne privi così. Possiamo solo discutere di giocatori che vogliono cambiare, come da noi potrebbe succedere per quelli che vogliono più spazio come, ad esempio, Brunori". Infine, a chi gli chiede se - come spesso sottolineato - il mercato di gennaio ha sempre creato danni più che risolverne, Sebastiani ammette: "Il mercato di gennaio non serve a niente, si rischia solo di creare problematiche in squadre magari già complete. A noi serve un uomo per questioni numeriche dato che Tumminello starà ancora fuori". Infine, il numero uno biancazzurro si lascia andare a una breve analisi sul cammino nel girone d'andata: "Nessuno dice che abbiamo fatto gran parte del campionato senza giocatori come Fiorillo e Balzano, ma anche Palmiero e Tumminello che avevamo preso per sostituire due pedine importanti come Brugman e Mancuso. Eppure i nostri 26 punti li abbiamo fatti, sono soddisfatto. Ma con questo organico si può fare anche meglio".