SALERNITANA: a Cittadella l'esempio lo ha dato Lopez, ecco perchè

09.12.2019 18:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA: a Cittadella l'esempio lo ha dato Lopez, ecco perchè

Come calciatore può piacere e non piacere, ogni tifoso è libero di farsi un'idea rispetto a quanto vede ogni domenica sul rettangolo di gioco ed effettivamente solo a sprazzi abbiamo visto il difensore di qualità e quantità che ha contribuito alla promozione del Benevento e ben figurato a La Spezia. Stavolta, dopo qualche voto basso in pagella, riteniamo sia doveroso rivolgere un plauso a Walter Lopez per il comportamento avuto a Cittadella. Nonostante sia rimasto in panchina, l'ex Ternana è stato il primo ad entrare in campo per il riscaldamento e l'ultimo ad abbandonare il terreno di gioco dopo aver chiesto scusa alla tifoseria per la sconfitta. Quando gli allenatori hanno deposto le armi sedendosi in panchina senza dare indicazioni, è stato lui ad alzarsi più volte per esortare i compagni. "Non molliamo, è lunga" una delle tante frasi di incitamento e il suo scatto in campo dopo la rete del 3-4 è una delle poche fotografie belle di un sabato da dimenticare. Quando Giannetti si è presentato a tu per tu col portiere per il potenziale 4-4, Lopez era praticamente già pronto ad esultare e aveva quasi le lacrime agli occhi dopo il triplice fischio finale. Chi era presente al momento del confronto racconta che ci abbia messo la faccia parlando da leader. Dopo tante critiche era giusto rimarcare questi aspetti.