SALERNITANA - Arechi bunker anti-Benevento: dal 2013 soltanto una vittoria per i giallorossi

Un derby importante per il campionato. Un derby che potrà segnare il cammino della Salernitana. Un derby che profuma di Serie A.
11.09.2019 14:00 di Orlando Aita   Vedi letture
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA - Arechi bunker anti-Benevento: dal 2013 soltanto una vittoria per i giallorossi

Mancano soltanto cinque giorni al derby con il Benevento. E più il tempo passa, più la tensione e l'adrenalina iniziano a farsi sentire. Lunedì, allo stadio Arechi, dipinto granata, la Salernitana proverà ad allungare la striscia di vittorie consecutive e a consolidare il primo posto in Serie B. Il Benevento, dal canto suo, invece, dovrà riscattare un inizio di campionato non proprio entusiasmante. E vincere un derby, in trasferta, ha sicuramente un sapore diverso.  Ma la squadra allenata da Pippo Inzaghi dovrà sputare sangue, sportivamente parlando, e giocare una partita perfetta. Perché dal 2013 ad oggi, il Benevento ha vinto soltanto una volta all’Arechi. Nella stagione 2013-2014 la Salernitana dopo aver perso, in trasferta, la partita d'andata, si impose per 2-1 al ritorno. Un match che i granata riuscirono a capovolgere nei minuti di recupero segnando due reti: una di Negro, l'altra di Gustavo. La stessa cosa successe l’anno successivo, stagione 2014-2015: sempre in Lega Pro, sempre all'Arechi. Un secco 2-0 e Benevento a casa. 

In Serie B, durante la stagione 2016-2017, la situazione non è cambiata: 2-1 per la squadra allenata quell’anno da Giuseppe Sannino. Andarono a segno in quella partita Francesco Della Rocca e Luiz Felipe, quest'ultimo, oggi, di proprietà della Lazio. L’unica rete del Benevento fu segnata, all’ultimo minuto di partita, dal capitano Lucioni. Lo scorso anno, invece, dopo diversi anni il Benevento è riuscito a sfatare il tabù Arechi battendo per 1-0, complice in quel caso la papera del portiere Micai, la Salernitana. Oggi i calciatori granata torneranno in campo per allenarsi sotto la guida di mister Ventura. Cinque giorni per preparare al meglio un derby che si dovrà vincere per la gloria personale e per la classifica.