SALERNITANA: comincia la settimana che porta al derby

18.11.2019 17:00 di TS Redazione   Vedi letture
© foto di CeC-comunication
SALERNITANA: comincia la settimana che porta al derby

Fine settimana di sosta e pausa per gli uomini di Caserta che si stanno concendendo le ultime ore di riposo prima di incimentarsi nella delicata sfida di sabato alle ore 15 al Menti di Castellammare contro la Salernitana di Ventura. I granata saranno gli avversari del secondo derby campano della stagione dopo l'uno ad uno nell'altra sfida contro il Benevento di Inzaghi. È sicuramente la gara più attesa tra i tifosi stabiesi, pronti a riempire il Menti in ogni ordine di posto per l'attesa sfida contro i campani. A Castellammare arriverà una squadra costruita dal patron Lotito, desiderosa di agguantare zone nobili della classifica e disputare i prossimi playoff, dopo un inizio di campionato al di sopra delle aspettative. Gli uomini di Ventura sono in questo momento all'ottavo posto in classifica, ultimo slot valevole per i playoff di B. Cinque vittorie, tre pareggi e quattro sconfitte, con quattordici goal fatti e tredici subiti. Una vera e propria squadra equilibrata allenata da un uomo dal calibro di esperienza come mister Ventura. Il mister è solito provare, come nella sfida vinta contro la Virtus Entella per due reti ad una, una squadra ad alto tasso offensivo. In porta il rumeno Micai difende i pali granata, davanti a Karo, Migliorini (ex di turno), Pinto e la sorpresa Kiyine, giocatore polivalente e tutto fare in prestito dalla Lazio e con esperienze in A con il Chievo.

A centrocampo spazio per l'altro ex di giornata, Di Tacchio autentico play della squadra con Akpa e la sorpresa Maistro ex Rieti che le vespe hanno conosciuto nello scorso campionato. In avanti occhio alla velocità di Lombardi(ex Lazio), Gondo che segnò alle vespe lo scorso anno nei minuti finali e Jallow, gioiello dei granata. La panchina può contare in Cerci, stacanovista della serie A con Torino e Fiorentina su tutti, Odjer a centrocampo, Jaroszynski sempre ex Chievo e infine Djuric, torre dei granata. La Salernitana ha quindi alternato prestazioni positive e negative che anche in passato, non hanno garantito quel passo decisivo per la promozione in A. In questa stagione, Ventura sta cercando di riportare la Salernitana dove merita cercando di cancellare il momento più brutto della sua carriera, quella della non qualificazione ai mondiali del 2018 dopo uno scialbo zero a zero a San Siro contro la Svezia. Di fronte però oltre al calore del Menti, le vespe proveranno a confermare il trend positivo delle gare in casa, come nell'ultima sfida contro i sanniti. I gialloblu dovranno ottenere punti preziosi per la salvezza, allontanando le ultime piazze della classifica, da cosi poter navigare in acque tranquille. Lo spettacolo è assicurato.