Salernitana da derby, all'Arechi festa granata nel segno di Kiyine e Sprocati

SALERNITANA 2-0 AVELLINO
11.03.2018 16:55 di Paolo Siotto  articolo letto 2223 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
Salernitana da derby, all'Arechi festa granata nel segno di Kiyine e Sprocati

E anche il secondo round è della Salernitana. La compagine granata si aggiudica il derby con l’Avellino dopo il 2-3 dell’andata. Gara decisa in meno di 20’ con le reti di Kiyine e Sprocati prima di un secondo tempo di sofferenza e con un calcio di rigore sbagliato da Zito.

PRIMO TEMPO. Salernitana che parte forte al 3’; Kiyine lavora un buon pallone per Bocalon che ci prova da fuori costringendo Lezzerini a prolungare in calcio d’angolo. La squadra granata è padrona del campo ed al 9’, con un pizzico di fortuna, passa in vantaggio. Sprocati serve Kiyine che da fuori area lascia partire un destro sporcato da Laverone che trova Lezzerini impreparato. Primo gol tra le mura amiche per il giovane marocchino che fa esplodere l’Arechi. La storia si ripete al 18’ quando Sprocati piazza il raddoppio: Bocalon ruba palla a Kresic e serve Minala il quale apre per l’esterno che col piattone destro la indirizza sul secondo palo come fatto dallo stesso Minata all’andata. Novellino prova a cambiare la partita sostituendo Bidaoui con Asencio il quale pronti via si fa vedere dalle parti di Radunovic con un tiro stampatosi sull’esterno della rete. Al 43' il primo vero brivido di marca biancoverde: corner dalla sinistra battuto da Gavazzi, incornata di Ardemagni che costringe Radunovic a rifugiarsi in calcio d'angolo.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con un cambio per parte: Novellino inserisce Falasco per Kresic, Colantuono invece sostituisce Ricci con Signorleli. Il primo sussulto lo si registra al 56’ con una punizione calciata da Di Roberto di poco alta sopra la traversa. Un minuto dopo botta da fuori area di Gavazzi con Radunovic che blocca in due tempi. Al 24’ episodio chiave del match: azione confusa con Bocalon e Zito che contendono un pallone ai difensori biancoverdi in area di rigore; Zito colpisce di tacco trovando la mano di Wilmots. L’arbitro concede il rigore e dal dischetto va Zito che calcia centralmente ma Lezzerini devia in corner. Nel finale lupi in doppia inferiorità numerica per l'espulsione; prima a Molina dopo un brutto fallo da dietro ai danni di Kiyine, poi ad Asencio per proteste.

IL TABELLINO DEL MATCH

SALERNITANA (4-3-3): Radunovic; Casasola,  Tuia, Schiavi (32’ st Mantovani), Pucino; Minala, Ricci (5’st Signorelli), Kiyine; Di Roberto, Bocalon, Sprocati (16’ st Zito). A disposizione: Adamonis, Vitale, Asmah, Monaco, Popescu, Della Rocca, Odjer, Rosina, Palombi. Allenatore: Stefano Colantuono.


AVELLINO (4-2-3-1): Lezzerini; Laverone, Morero (1’ st Falasco), Kresic, Ngawa; De Risio (18’st Wilmots), Di Tacchio; Molina, Gavazzi, Bidaoui (38’pt Asencio); Ardemagni. A disposizione: Casadei, Marchizza, Migliorini, Pecorini, Rizzato, Evangelista, Mentana. Allenatore: Walter Novellino.

Arbitro: Aureliano di Bologna (Galetto-Caliari). IV uomo: Carella di Bari.

Gol: 9’ pt Kiyine (S), 18’ pt Sprocati (S).

Ammoniti: Di Tacchio (A), Schiavi (S), Wilmots (A).

Espulsi: 43' st Molina (A) per un intervento violento su Kiyine. Al 49' st Asencio (A) per proteste.

Note: campo in buone condizioni, presenti 15967 spettatori di cui 2000 ospiti. Angoli: 3-5. Recupero: 2’pt; 5' st. Al 25’ st Zito sbaglia un calcio di rigore.