SALERNITANA: Dziczek, 40 giorni di stop ma la Polonia non ci crede...

07.11.2019 15:30 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: La Città
© foto di Carlo Giacomazza/tuttosalernitana.com
SALERNITANA: Dziczek, 40 giorni di stop ma la Polonia non ci crede...

Chiamate internazionali. C’è l’ostacolo Cremonese per la Salernitana prima di salutare diversi tesserati pronti a rappresentare le rispettive Nazionali in giro per il Mondo. La prima chiamata arrivata al club granata arriva direttamente dal Gambia: il destinatario è Lamin Jallow. L’attaccante ex Chievo è stato selezionato dal ct Tom Saintfiet per il doppio impegno con l’Angola (in programma il prossimo 13 novembre) e la Repubblica Democratica del Congo (fissato per il 18 novembre), valido per la qualificazione alla Coppa d’Africa. Per Jallow si tratta di un ritorno, dopo il forfait, causa infortunio, dello scorso ottobre. Spera in un viaggio in Africa anche Sofian Kiyine, tra i preconvocati per gli impegni del Marocco ma con poche chance di rientrare nella lista ufficiale. Attesa invece la riconferma per il cipriota Antreas Karo, alla ricerca del fatidico debutto dopo aver accarezzato la chance della prima presenza tra i senior in due circostanze. Spera anche Fabio Maistro, dopo la prima storica chiamata, seppur senza vedere il campo, con l’Under 21 del ct Paolo Nicolato. A sorprendere, è la convocazione della Polonia Under 21 per Patryk Dziczek. Secondo quanto comunicato dalla Salernitana, il regista polacco ne avrà almeno per un mese in virtù della distrazione del collaterale mediale del ginocchio sinistro rimediata nel riscaldamento della sfida con l’Entella. Gli esami strumentali di martedi mattina hanno confermato la diagnosi arrivata sabato pomeriggio subito dopo il trauma contusivo-distorsivo rimediato dal centrocampista in uno scontro fortuito con Pinto. Per Dziczek sono previsti nuovi controlli fra quindici giorni, con stop di circa quaranta giorni e possibile ritorno a disposizione per il rush finale del girone d’andata. Eppure la versione del club granata non ha frenato la Federcalcio polacca, pronta ad accogliere in patria il proprio numero 8 per gli impegni dell’Under 21.

Un mezzo sospiro di sollievo per Gian Piero Ventura, sconfortato per l’infortunio del giovane calciatore di proprietà della Lazio a pochi minuti dal suo debutto in Italia. Il tecnico granata può sorridere per i recuperi a pieno regime di Marco Firenze, Niccolò Giannetti ed Emanuele Cicerelli, di nuovo a lavoro col gruppo nella prima seduta settimanale svolta al Mary Rosy. Il primo aveva già provato a forzare nella marcia d’avvicinamento alla sfida con l’Entella, ricevendo lo stop di Ventura, spaventato da un nuovo e doloroso ko. Tabella di marcia rispettata, invece, per Giannetti e Cicerelli, pronti ad accelerare nei giorni prossimi per prendere posto tra i convocati per Cremona. Nessun problema nemmeno per Akpa Akpro, uscito claudicante dal campo con l’Entella: per lui solo crampi e nessun nuovo infortunio muscolare. Oltre al lungodegente Mantovani, toccherà aspettare ancora un po’ per Billong: il possente centrale francese continuerà a lavorare in gruppo ma rientrerà tra i disponibili per il derby con la Juve Stabia, come raccontato da Ventura nei giorni scorsi. Tempi ancora lunghi invece per il difensore Heurtaux, alle prese con sedute di lavoro specifiche.