SALERNITANA: errori, delusione e rabbia...

10.02.2019 20:00 di Luca Esposito Twitter:   articolo letto 402 volte
© foto di Nicola Ianuale/TUTTOmercatoWEB.com
SALERNITANA: errori, delusione e rabbia...

L’errore di Micai dopo quattro minuti del secondo tempo condanna la Salernitana. Il derby è del Benevento, lo stadio Arechi continua ad essere stregato per la formazione allenata da Angelo Gregucci. Lotito e Mezzaroma dicono addio ad un altro record. Durante la loro gestione, la Salernitana non aveva mai perso in casa contro una corregionale. Col Benevento erano arrivate tre vittorie su tre (sempre con due gol segnati e con il secondo tempo sotto la Sud), venerdi la sconfitta beffarda nel segno di Alessandro Micai. Dal 1990 ad oggi, inoltre, solo Sorrento (4-1. dinanzi a 1500 spettatori) e Savoia, in quella folle settimana contraddistinta dal valzer in panchina tra Cagni e Cadregari, avevano portato a casa i tre punti da Salerno. 

La tifoseria ha giustamente manifestato tutto il proprio malcontento per una stagione che si sta rilevando ben al di sotto delle aspettative. Nell’anno del centenario Salerno si aspettava qualcosa di diverso. Sia chiaro: gli investimenti della proprietà non sono mancati (soprattutto in estate) ma, evidentemente, si stanno rivelando poco funzionali al progetto del cavalluccio marino. Un progetto che avrebbe dovuto far sognare e che, invece, sul campo si sta sgretolando come un castello di sabbia costruito in riva al mare. C’è tempo per provare almeno a salvare il salvabile e a ritrovare un’unità d’intenti. Ma nell’anno del centenario non basterà soltanto soffiare sulle candeline. Fuori e dentro lo stadio si accende una contestazione civile ma veemente. Cori “dedicati” alla socieà...