SALERNITANA: i calciatori seguono ancora l’allenatore?

11.12.2019 12:30 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: salernonotizie
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA: i calciatori seguono ancora l’allenatore?

La Salernitana prova a rimettere insieme i cocci. Il disastroso primo tempo disputato a Cittadella, l’atteggiamento di Ventura nel corso del match, la sensazione di uno scollamento tra la squadra e l’allenatore ma anche tra l’allenatore e la società, i mugugni dei tifosi (alcuni dei quali hanno già preannunciato l’intenzione di non partecipare per protesta alle gare casalinghe) non fanno altro che rendere l’aria ancora più tesa. La proprietà ha rinnovato la fiducia al tecnico ligure il quale, però, dovrà farsi bastare quello che ha (almeno fino a gennaio) per risollevare le sorti del team dell’ippocampo. La gara di domenica sera col Crotone rappresenterà inevitabilmente un banco di prova da tutti i punti di vista. I calciatori seguono ancora l’allenatore? Credono nei suoi dettami? Possono fare e dare di più rispetto a quello che si è visto da ottobre in avanti? I tifosi sono spazientiti e non sembrano intenzionati a concedere ulteriormente credito. A nessuno. Chi non se la sente, è il parere unanime, è pregato di farsi da parte e cambiare aria nonappena riapriranno le liste di trasferimento a gennaio. Per il momento, è fondamentale ripartire ed affrontare al meglio le 5 gare in calendario nel mese di dicembre. Per la sfida di domenica coi pitagorici, Ventura, che sta valutando anche la possibilità di cambiare modulo (anche se in rosa un terzino destro “puro” per passare alla difesa a quattro non c’è), fa i conti con diversi problemi. Maistro sarà squalificato, Akpa Akpro e Di Tacchio sono usciti acciaccati dalla sfida del Tombolato, Kiyine mezzala ancora una volta non ha convinto e allora ecco che in rampa di lancio potrebbero esserci Dziczek e Firenze, ex di turno come il motivatissimo Djuric. Potrebbe tornare nell’undici titolare Migliorini, a sorpresa in panchina a Cittadella. Jallow e Giannetti, che ha fallito clamorosamente l’occasione del 4-4 mancando il pallone, lottano per un posto in avanti.