SALERNITANA: il paradosso della difesa

16.11.2019 22:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/tuttosalernitana.com
SALERNITANA: il paradosso della difesa

Il paradosso della difesa. Sì, perchè in casa Salernitana c'è una situazione decisamente particolare. Il bicchiere mezzo vuoto racconta di una retroguardia puntualmente perforata, che subisce gol tra le mura amiche addirittura da febbraio e che è riuscita a mantenere la porta inviolata soltanto contro Cosenza e Trapani anche grazie ad un pizzico di fortuna e ad un paio di parate decisive di Alessandro Micai. Un 2019 nerissimo sotto questo punto di vista e gli arrivi di calciatori anche di categoria superiore non hanno colmato una lacuna sulla quale l'allenatore sta lavorando. Il bicchiere mezzo pieno, però, dice che la Salernitana è una delle difese meno battute della categoria e una delle squadre che subisce meno tiri in porta nell'arco dei 90 minuti. Incredibile, ma vero. Sicuramente avere a disposizione Heurtaux e Mantovani avrebbe contribuito ad una crescita ancora maggiore, purtroppo gli infortuni hanno inciso e costretto il terzetto Karo-Migliorini-Jaroszynski a sottoporsi ad un autentico tour de force.