SALERNITANA: primo rigore del 2019, due su due in trasferta come nel 2014

23.09.2019 13:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
SALERNITANA: primo rigore del 2019, due su due in trasferta come nel 2014

Come ogni settimana proponiamo di seguito statistiche e curiosità lasciate in eredità dalla quarta giornata di campionato, con una Salernitana non bellissima ma tremendamente cinica. La vittoria di Trapani permette di balzare al terzo posto in compagnia dell’Ascoli a -1 dalla vetta. Ecco i dati più interessanti: -finalmente…rigore!- chi parla di “ladri” dovrebbe anzitutto guardare in casa propria, la Salernitana è stata danneggiata molte volte negli ultimi anni e ha rischiato la retrocessione anche a causa di qualche decisione arbitrale incomprensibile. Basti pensare che nel 2019 i granata erano gli unici in tutti i campionati professionistici a non aver usufruito di nessun calcio di rigore. L’ultimo era datato 30 dicembre 2018, in casa contro il Pescara. Per un penalty in trasferta bisogna risalire addirittura all’annata 2017-18: si giocava a Cremona e lo sbagliò…Kiyine -due su due; la Salernitana è riuscita nell’impresa di vincere le prime due trasferte stagionali, in B non era mai accaduto. Dopo Cosenza espugnata anche Trapani, tra l’altro senza subire gol. L’ultima volta che i granata avevano concesso il bis lontano dall’Arechi è storia del campionato 2014-15: gli uomini di Menichini vinsero a Martina (2-1) e Lamezia (1-0), il tris lo calò Nalini ad Ischia. Breda e il Livorno sono avvisati -e il tabù non c’è più; a Cosenza non si vinceva da 16 anni, a Trapani non era mai successo e la Salernitana ha riscritto la storia anche da questo punto di vista. Dopo 11 sconfitte e 8 pareggi ecco il trionfo dei granata campani -seconda miglior partenza; per trovare un inizio di stagione così positivo in serie B bisogna tornare indietro al campionato 2008-09. La Salernitana di Lombardi, alla quarta giornata, era prima con 10 punti frutto di tre vittorie (Sassuolo, Frosinone, Modena) e un pareggio (Cittadella). Nell’anno della promozione i granata di Delio Rossi ottennero due vittorie in casa e due pareggi per un totale di 8 punti. -Micai imbattuto; se all’Arechi la Salernitana subisce puntualmente gol da fine febbraio (è una delle peggiori strisce negative della storia), in trasferta le cose stanno andando meglio. Graziati anche da tre legni, infatti, i granata non subiscono reti fuori casa da 260 minuti contando anche la sfida playout di Venezia. Il Trapani conferma invece le proprie difficoltà in termini realizzativi: unico gol alla prima giornata, a bersaglio Ferretti che ieri non è sceso in campo per infortunio -come a Castellammare nel 2007; nella giornata delle similitudini ne riscontriamo un’altra, quella con la trasferta contro la Juve Stabia nella stagione che sancì il ritorno della Salernitana in cadetteria. La formazione di Eziolino Capuano dominò, colpì una traversa su palla inattiva e costrinse il portiere ospite a compiere interventi determinanti, a 15 minuti dalla fine fu punita da un calcio di rigore per un fallo di mano. Il copione è quasi identico alla sfida di ieri, anche in questo caso su un terreno di gioco in erba sintetica.