SERIE B: numeri da record per un attaccante

08.10.2019 18:30 di TS Redazione   Vedi letture

Meglio di così Pietro Iemmello non poteva né sperare né immaginale. Il centravanti del Perugia infatti nelle prime sette gare di campionato ha già messo a segno sette reti (a secco solo con Juve Stabia ed Empoli) eguagliando il suo massimo in cadetteria fatto segnare lo scorso anno a Foggia con sette reti in 26 giornate. Una media importante visto che per esempio due grandi bomber come Francesco Caputo e Ciro Immobile, entrambi vincitori del titolo di capocannoniere e trascinatori rispettivamente di Empoli e Pescara in Serie A, iniziarono peggio con sei reti nelle prime sette giornate. Come Iemmello (e ovviamente Michele Marconi del Pisa che condivide il trono provvisorio) erano partiti in passato solo altri cinque calciatori: Alfredo Donnarumma lo scorso anno al Brescia, Francesco Tavano in due occasioni (2004-05 e 2011-12) con la maglia dell’Empoli, Stefan Schwoch a Vicenza nel 2001-02, Marco Di Vaio alla Salernitana nel 1997-98 e Stefano Pettinari nel 2017-18 col Pescara di Zeman. Di questi però solo due, Donnarumma e Di Vaio, vinsero poi il titolo di miglior marcatore della categoria, mentre gli altri dovettero accontentarsi di posizioni di retroguardia spesso lontane dal primo posto.