TRAPANI: Baldini è al palo e si gioca la panchina

21.09.2019 17:00 di TS Redazione   Vedi letture
Fonte: La Città
TRAPANI: Baldini è al palo e si gioca la panchina

Una falsa partenza da cancellare al più presto. Si gioca tutto in cinque giorni Francesco Baldini, e con ogni probabilità anche Raffaele Rubino (con un passato da calciatore nella Salernitana), rispettivamente tecnico e direttore sportivo del Trapani, formazione che dopo le celebrazioni per la promozione in serie B, e le tante difficoltà vissute a livello societario, ha pagato lo scotto del salto di categoria nelle prime tre giornate di campionato, al termine delle quali non ha collezionato nemmeno un punto in classifica. I siciliani sono chiamati ad una svolta, e per farlo punteranno tutto sul fattore campo, dove probabilmente si deciderà il futuro, nei prossimi due incontri casalinghi, sia di Baldini che di Rubino, confermati a tempo dalla società presieduta da Giorgio Heller. Va da sé che già a partire dalla sfida di domenica sera contro la Salernitana, e poi nel successivo match sempre al Provinciale di Erice nel primo turno infrasettimanale di campionato contro la Cremonese (in programma mercoledì ore 19), gli isolani dovranno necessariamente tentare di cancellare lo zero alla voce punti in classifica, provando a invertire la rotta intrapresa nelle prime tre uscite stagionali, che al momento rispecchia anche nei numeri le difficoltà che la rosa allenata dall’ex difensore di Napoli e Genoa sta attraversando. Appena una rete messa a segno in 270’, e ben sei subite, segnali che hanno portato il trainer del Trapani a considerare accorgimenti di natura tattica sia nell’undici base che nel sistema di gioco da contrapporre alla formazione di Gian Piero Ventura. Sarà con ogni probabilità abbandonato il 4-3-3 per passare al 3-5-2, stesso sistema di gioco utilizzato dalla Salernitana. Il tempo della pazienza sembra essere giunto al termine, Francesco Baldini, e Raffale Rubino proveranno a conquistarsi la permanenza a Trapani nei rispettivi ruoli sperando in una scossa già a partire dal prossimo match con la squadra del cavalluccio marino, che ha grande voglia di cancellare il pesante ko interno con il Benevento. Se non è sfida da dentro o fuori, poco ci manca.