SERIE B - La Top 11 dell'ultima d'andata

Modulo 4-3-3
31.12.2019 17:00 di Davide Maddaluno   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
SERIE B - La Top 11 dell'ultima d'andata

La diciannovesima giornata chiude il 2019 ma anche la prima parte di stagione del campionato cadetto. Il Benevento è campione d'inverno a pieno titolo, seguito a debita distanza dal sorprendente Pordenone e dal redivivo Crotone. All'insegna della discontinuità il torneo di Perugia e Salernitana mentre l'Empoli non riesce a cavare tre punti nemmeno dal derby toscano con il fanalino di coda Livorno. Andiamo, dunque, a scoprire l'ultimo 11 ideale dell'anno schierato con uno zemaniano 4-3-3:

DI GREGORIO (Pordenone): Il portiere scuola Inter neutralizza in maniera eccelsa i pericolosi attacchi della Cremonese consentendo ai ramarri di chiudere in bellezza un 2019 da ricordare.

VITIELLO (Juve Stabia): Prestazione senza sbavatura da parte del calciatore giallonero nell'importante successo delle vespe sul Cosenza.

CAPRADOSSI (Spezia): Dopo alcune prove grigie, il centrale ex Roma sfodera il meglio del suo repertorio nel duello, vinto, con Djuric.

CHIOSA (Virtus Entella): Impeccabile nelle retrovie, si toglie la meritata soddisfazione di siglare il goal del raddoppio che conferisce vigore all'exploit ligure in casa del Cittadella.

MASCIANGELO (Pescara): Miglior gara stagionale, diligente nelle due fasi e propositivo, va anche vicino al bersaglio grosso.

RICCI (Empoli): Classe 2001 ma imprinting tecnico-tattico da veterano. Uno dei pochi spiragli di luce vera in un periodo a dir poco negativo per gli azzurri.

BARTOLOMEI (Spezia): Nel momento di difficoltà c'è sempre, prende per mano la squadra e lascia il suo timbro nel successo spezzino sulla Salernitana mettendo lo zampino nei momenti topici della gara.

CROCIATA (Crotone): Uomo in più degli squali, dispensa assist di pregevole fattura a ripetizione. Da manuale del calcio quello con cui manda in porta Messias.

MARRAS (Livorno): Se non ci fosse lui per i labronici sarebbe già notte fonda. Il goal su rigore ma anche tanto altro movimento per tenere sulle corde la difesa empolese.

SAU (Benevento): Rispolvera i tempi belli di Cagliari con una tripletta fantascientifica. Un giocatore così fa la differenza ad occhi chiusi in Serie B.

MONTALTO (Venezia): Riemerge nel momento più importante, nello stadio che rievoca derby appassionanti. Il blitz lagunare a Perugia reca indelebilmente il suo marchio, aprendo le porte al blitz arancioneroverde e confermandosi "nemico" pubblico del "Curi".