SERIE B - La Top 11 dell'undicesima giornata

Modulo 3-5-2
05.11.2019 17:00 di Davide Maddaluno   Vedi letture
SERIE B - La Top 11 dell'undicesima giornata

Il prezioso successo del Cosenza sulla Cremonese ha chiuso il programma dell'undicesima giornata del campionato cadetto. Fine settimana caratterizzato dalla convincente affermazione della capolista Benevento, dal roboante tris del Pescara, dal ritorno al successo della Salernitana, dal blitz del Perugia a Crotone e dal non meno importante hurrà interno in rimonta del Livorno nello scontro diretto con la Juve Stabia. Andiamo, dunque, a scoprire la Top 11 del week-end, schierata con il 3-5-2:

SCUFFET (Spezia): L'ex enfant prodige dell'Udinese torna in auge sfoderando una prestazione superlativa che tiene a bocca asciutta gli attaccanti del Chievo. Ritrovato.

DI CHIARA (Perugia): Mette lo zampino decisivo nell'affermazione corsara dei grifoni a Crotone con un gran fendente. Solito apporto di quantità e qualità sulla corsia di appartenenza.

CALDIROLA (Benevento): Un autentico baluardo, si muove con un'impressionante naturalezza nell'anticipo degli avversari, annulla Mancuso e chiunque passi dalle sue parti.

CAMPORESE (Pordenone): Bene dietro, benissimo avanti dove da attaccante aggiunto porta in vantaggio i ramarri sfruttando al meglio l'imbeccata di Burrai. Impeccabile sulle palle alte.

SCIAUDONE (Cosenza): Il suo guizzo incanala per il verso giusto il match per i rossoblu di Braglia che infliggono un pesante ko alla Cremonese. Oltre al goal di fondamentale importanza, prestazione ordinata su ritmo costante.

MAISTRO (Salernitana): Alla vigilia non doveva neanche partire dal primo minuto, si ritrova in campo per il forfait di Dziczek e gli basta poco per diventare padrone del centrocampo. Soffia a Kiyine la punizione del vantaggio, facendo seguire i fatti alle parole. Provvidenziale.

KRAGL (Benevento): Il suo ritorno in pianta stabile nell'undici titolare ha rivitalizzato i sanniti. Dopo l'assist nel turno infrasettimanale, si ripete perforando a modo suo l'Empoli. Indispensabile

MEMUSHAJ (Pescara):  Padrone assoluto del centrocampo. Velenoso sui calci piazzati. Sforna due assist da applausi.

MARRAS (Livorno): Concretizza la remuntada amaranto con un colpo da biliardo al 95' che solidifica la panchina di Breda e restituisce nuovo ossigeno ai labronici. Nella ripresa fa il bello e cattivo tempo.

BORRELLI (Pescara): Scommessa vinta da parte del suo mentore Luciano Zauri che rinnova la fiducia al classe 2000. Il nuovo Toni la ripaga con gli interessi, non solo realizzando il goal del vantaggio (il suo primo in B) ma disimpegnandosi egregiamente su tutto il fronte offensivo. Ben integrato con il resto del reparto ed il collettivo in generale.

MELCHIORRI (Perugia): Uccella Cordaz con una palombella dalla distanza siglando il momentaneo raddoppio umbro. Cresce di partita in partita l'intesa con Iemmello, coppia letale per le difese avversarie.