SERIE B - La Top 11 della dodicesima giornata

Modulo 3-5-2
12.11.2019 17:00 di Davide Maddaluno   Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/tuttosalernitana.com
SERIE B - La Top 11 della dodicesima giornata

Va in archivio senza monday night per l'imminente sosta per la nazionale la dodicesima giornata del campionato cadetto. In vetta il Benevento arranca nel derby con la Juve Stabia e vede il primato minacciato da uno spumeggiante Crotone. Prosegue il momento no dell'Empoli, superato in casa da un Pescara in rapida e brillante ascesa. In coda il Livorno continua a perdere punti preziosi fuori dalle mura amiche mentre si fa sempre più deficitaria la posizione dello Spezia. Andiamo, dunque, a scoprire la Top 11 del week-end schierata con il 3-5-2:

PALEARI (Cittadella): Non corre sostanziali pericoli contro un involuto Perugia ma è sempre sull'attenti con interventi giusti al momento giusto e coordina dai pali in maniera magistrale il reparto difensivo. 

BENEDETTI (Pisa): Non si scompone dinanzi alla provvisoria remuntada dello Spezia, non perde la bussola e con grande personalità va a timbrare il tabellino piazzando l'incornata vincente che stende i liguri e regala tre punti di platino ai nerazzurri.

AYA (Pisa): Fa valere il fisico in fase difensiva e trova il colpo di testa che apre la contro-rimonta dei suoi. Giornata da ricordare per la retroguardia toscana con due difensori che fanno il bello e cattivo tempo. 

BETTELLA (Pescara): L'ex canterano interista sforna l'ennesima prestazione sopra le righe di questo primo scorcio di stagione. Non sbaglia nulla in fase difensiva e si toglie lo sfizio di aprire le marcature ad Empoli con un perentorio stacco aereo. 

PAGANINI (Frosinone): Pericoloso appena ha palla al piede, bravo in occasione del gol del 2-0 che stende il Chievo.

CROCIATA (Crotone): Quantità e qualità in mezzo al campo, sta prendendo reale coscienza dei suoi grandi mezzi tecnici e di essere un giocatore di prima fascia in B. Fiato sul collo degli avversari fino al 90' e oltre, ciliegina sulla torta la rete dell'1-0 e l'avvio dell'azione del raddoppio di Simy.

D'URSO (Cittadella): Prestazione da dieci e lode del talentuoso centrocampista scuola Roma. Il goal, una vera e propria perla balistica, è solo una piccola percentuale rispetto al lavoro svolto per tutta la durata dell'incontro. Tatticamente perfetto, il terzo posto del Cittadella ha tanto di lui.

CALO' (Juve Stabia): Sblocca il derby con la caplista con una bordata di rara potenza e precisione, è un elemento fastidioso per i dirimpettai sanniti . Si gestisce bene dopo il giallo a freddo. 

ARAMU (Venezia): Riporta il sorriso in casa lagunare togliendo le ragnatele all'incrocio con una magistrale punizione. Ottimo il lavoro di coordinamento dei reparti tra centrocampo e attacco.

PIERINI (Cosenza): Riprende due volte il Trapani con due goal d'autore, si mette sulle spalle i rossoblu evitando una sconfitta a Trapani che sarebbe stata deleteria.

CIOFANI (Cremonese): In un momento non facile con annesse proteste della tifoseria, toglie le castagne dal fuoco con il goal che trafigge una spuntata Salernitana e rivitalizza le velleità dei grigiorossi.