SERIE B - La Top 11 della prima giornata

Modulo 4-3-3
27.08.2019 15:30 di Davide Maddaluno   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
SERIE B - La Top 11 della prima giornata

Con il rotondo successo a sorpresa del Pordenone sul Frosione, va in archivio la prima giornata della Serie B versione 2019/2020 aperta dal pari a reti bianche tra Pisa e Benevento nonchè dall'importante successo della Salernitana sul Pescara. Andiamo di seguito a scoprire la Top 11 elaborata dalla nostra Redazione schierata con il modulo 4-3-3:

CORDAZ (Crotone): L'estremo difensore scuola Inter è prodigioso in almeno tre circostanze nel mantenere inviolata la porta nel derby rossoblu calabrese, tenendo a galla gli uomini di Stroppa.

VIGNALI (Spezia): Prestazione pulita e lineare da parte del duttile calciatore ligure, favorito anche dalla coralità del gioco offerto dalla squadra di Vincenzo Italiano.

MOGOS (Cremonese): Nella sofferta vittoria dei grigiorossi a Venezia, fondamentale l'apporto del difensore che apre le marcature e nel finale tiene a bada le scorribande lagunari.

BARISON (Pordenone): Esordio da ricordare per i neroverdi di patron Lovisa. Si toglie lo sfizio di chiudere i conti dopo aver annullato i corazzieri del Frosinone.

KIYINE (Salernitana): Relegato in fascia da Ventura, aveva fatto storcere il naso a diversi tifosi. Smentisce tutti e da ragione all'ex ct della nazionale con una prova di qualità e quantità, senza sbavature.

CASTAGNETTI (Cremonese): Estrae dal cilindro una perla balistica su cui Lezzerini non può nulla. Non solo il goal che regala i primi tre punti alla Cremonese ma anche tanto dinamismo.

POBEGA (Pordenone): Il golden boy svezzato dal Milan si regala un Monday Night da sogno. Partita eccellente da parte del giovanissimo centrocampista, al posto giusto al momento giusto per tutti gli 81' giocati. La doppietta è il suggello ad un debutto stellare.

CICERELLI (Salernitana): Altra mossa a sorpresa di Ventura, altra gradita smentita alle titubanze della tifoseria granata. Sciorina giocate d'alta classe e offre un contributo preziosissimo in ambo le fasi.

SCAMACCA (Ascoli): Nelle amichevoli estive si era già intuito che l'azzurrino avrebbe fatto grandi cose. Il sigillo con cui apre le marcature al cospetto del Trapani è da goal collection.

IEMMELLO (Perugia): Dopo il turbolento anno di Foggia, inizia con nuova lena l'avventura in Umbria. Il bis con cui rimonta e piega il Chievo è l'inizio della lunga corsa al titolo di capocannoniere.

JALLOW (Salernitana): Dimostra di essere migliorato tanto soprattutto dal punto di vista della maturità tattica, si muove con destrezza su tutto il fronte offensivo facendo ammattire i difensori pescaresi. Suo il primo goal della B.