SERIE B - La Top 11 della quarta giornata

Modulo 3-4-3
23.09.2019 17:00 di Davide Maddaluno   Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/tuttoSALERNITANA.com
SERIE B - La Top 11 della quarta giornata

Il successo di rigore della Salernitana a Trapani chiude la quarta giornata del campionato cadetto. In vetta l'inedito duo Benevento-Virtus Entella seguito dall'altrettanto sorprendente coppia formata dall'Ascoli e dai granata di Ventura. In rampa di (ri)lancio Pisa, Empoli e Perugia, il Frosinone stenta a decollare mentre in coda restano ancorate sul fondo della classifica Trapani, Juve Stabia e Cosenza. Vediamo, dunque, la Top 11 di giornata schierata con l'ormai consueto 3-4-3.

LEALI (Ascoli): Non inganni il rotondo risultato con cui i bianconeri strapazzano nella ripresa le vespe stabiesi. L'estremo difensore è decisivo in almeno un paio di circostanze, vedi i tentativi neutralizzati di Canotto e Tonucci.

PUCINO (Ascoli): Un gran goal su punizione suggella una prestazione diligente, senza sbavature e con precise e puntuali chiusure sugli esterni avversari.

CAPUANO (Frosinone): Il perentorio stacco di testa con cui salva la faccia agli uomini di Nesta contro il Venezia vale oro e compensa alla grande l'indecisione, condivisa con Ariaudo, in occasione del vantaggio lagunare.

DICKMANN (Chievo): Più propenso alla fase offensiva che a quella difensiva, si mantiene comunque costante per tutta la durata dell'incontro, realizzando anche con un gran fendente il preziosissimo goal del pari.

SCHENETTI (Virtus Entella): Difende e attacca senza lesinare energie. E’ sempre sul pezzo e il gol ne è l’ennesima dimostrazione.

MEMUSHAJ (Pescara): Estrae dal cilindro una perla balistica di rara bellezza, potenza e precisione. Quando è in forma ne beneficia tutta la squadra che gira con maggior dinamismo e rapidità. Il suo piede caldo è sempre una seria minaccia per gli avversari.

RICCI M. (Spezia): Oltre al goal con cui porta momentaneamente in vantaggio i liguri con il Perugia, cresce con il passare dei minuti prendendo campo e mettendo in difficoltà i dirimpettai umbri. Bravo dal punto di vista tecnico, bravo da quello tattico.

MARRAS (Livorno): Una vera e propria spina nel fianco del Pordenone. Il suo zampino è fondamentale nel primo successo stagionale dei labronici che fa tirare un sospiro di sollievo a Breda. Una spanna sopra gli altri. 

DA CRUZ (Ascoli): Basta lui per mettere in crisi la difesa della Juve Stabia. Prove generali nel primo tempo con qualche accelerazione strepitosa, nella ripresa si prende la scenda con una splendida doppietta. Devastante.

MARCONI (Pisa): Si riconferma a pieni voti nella formazione ideale della settimana: dopo aver steso la Cremonese, va vicinissimo a mietere un'altra illustre vittima come il Chievo con una doppietta d'autore ma la remuntada clivense lo fa accontentare del pari.

PALOMBI (Cremonese): A prescindere dalla bellezza estetica dalla rete, dimostra di meritare la fiducia di Rastelli sacrificandosi per la squadra e dialogando bene con i compagni.