SERIE B - La Top 11 della venticinquesima giornata

Modulo 4-3-3
25.02.2020 17:30 di Davide Maddaluno   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
SERIE B - La Top 11 della venticinquesima giornata

La vittoria del rinato Empoli di Marino nel posticipo, chiude la giornata numero 25 del campionato cadetto. Turno monco per il rinvio della gara tra Ascoli e Cremonese per il Coronavirus. Una decisione che lasciato perplessi molti addetti ai lavori visto che in zone da allarme rosso come il Veneto si è invece giocato regolarmente. Il campo ha dato l'ennesima dimostrazione della netta superiorità del Benevento che passeggia anche sul campo della Virtus Entella e dell'altrettanto incapacità del Livorno di poter sperare di agganciare la zona salvezza dopo il ko di Salerno. Viaggia spedito il Frosinone, riprende tono anche il Crotone mentre continua a deludere il Pordenone. Andiamo, dunque, a scoprire l'11 ideale del week-end, schierato con il 4-3-3:

BARDI (Frosinone): Miracolo sul colpo di testa di Bruccini. Tiene la porta inviolata per la quinta gara consecutiva.

FIAMOZZI (Empoli): Accompagna quando può l'azione sulla destra, abbinandovi una buona attenzione in contenimento. Nel finale serve l'assist al bacio per Frattesi.

BILLONG (Salernitana): Prima prestazione degna di nota all'ombra dell' "Arechi" per l'ex Benevento. Nel secondo tempo è impeccabile negli anticipi e nella marcatura di Ferrari.

ARIAUDO (Frosinone): Sbroglia ogni situazione potenzialmente pericolosa con calma e senso della posizione, tornando sugli abituali standard.

LETIZIA (Benevento): Una sgroppata di cinquanta metri palla al piede poteva fruttare il gol più bello della sua carriera, ma non riesce ad angolare a dovere. Innumerevoli i cross pericolosi per i compagni.

GARRITANO (Chievo Verona): Realizza un gol da maestro. Pazzesca la coordinazione sul destro a giro, davvero protagonista assoluto oggi.

IORI (Cittadella): Il Capitano non sbaglia mai: grazie ai suoi due gol, entrambi dedicati al figlio presente a bordocampo come raccattapalle, lancia il Cittadella ai piedi del podio. Presente in ogni parte del campo, sempre preciso e attento ad ogni azione.

NOVAKOVICH (Frosinone): Lavoro encomiabile per la squadra, impreziosito da un gol e da un assist. Lo statunitense ci ha preso gusto.

SAU (Benevento): Calciatore di categoria superiore. Goal fantastico a parte, gli basta davvero poco per fare la differenza e smuovere le acque nelle difese avversarie. Intesa super con Insigne Jr.

ARMENTEROS (Crotone): Un gol, un assist, un dialogo proficuo con Simy. Pedina fondamentale per il sogno A degli squali rossoblu. 

LONGO (Venezia): Così non è un giocatore da B. Si guadagna un rigore, segna la rete decisiva. Così in forma per i lagurani non c'è solo la salvezza.