SERIE B: la Top 11 di TuttoSalernitana.com

12.03.2019 19:00 di Ferdinando Gagliotti  articolo letto 178 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
SERIE B: la Top 11 di TuttoSalernitana.com

Dopo la 28^a giornata di campionato ecco la Top 11 di Serie B. Il modulo scelto è ancora una volta il 3-4-3 che vede Cordaz a protezione della porta, reduce da una partita monumentale all”Arechi”. Il pacchetto arretrato è composto da Sabelli, Ravanelli e Bianchetti mentre in mediana troviamo il duo bresciano Bisoli-Spalek, accompagnato da Iori e Bruccini. L’attacco è composto dal tridente Simy-Bonazzoli-Moncini, ciascuno di questi bomber autore di una doppietta.

Portiere:

Cordaz (Crotone) – Mantiene la porta chiusa all”Arechi” grazie ad una serie di splendide parate, che arrivano specialmente nella ripresa quando i granata attaccano con più vigore.

Difensori:

Sabelli (Brescia) – Inizia la gara con un po’ di timidezza lasciando fin troppo spazio a Legittimo, ma poi prende le misure e si concede anche diverse sgroppate verso gli ultimi metri avversari, risultando devastante.

Ravanelli (Padova) – Un incubo per gli attaccanti dello Spezia: insieme ai suoi compagni di reparto erige un muro davanti a Minelli, poi compie uno straordinario salvataggio sulla linea che permette al suo portiere di mantenere il “clean-sheet”.

Bianchetti (Hellas) – Conduce una gara priva di errori e si regala anche la gioia del gol, su ottimo assist di Laribi. Dominatore incontrastato dei palloni alti.

Centrocampisti:

Bisoli (Brescia) – Senza alcun dubbio è l’MVP del “Marulla”: la sua prestazione cresce col passare dei minuti, crea continui grattacapi alla difesa avversaria con i suoi continui inserimenti e nel finale trova anche la meritatissima rete.

Bruccini (Cosenza) – Apre le danze contro il Brescia grazie ad una rete magnifica, gestisce bene i palloni che riceve e quando parte alle spalle dei difensori dà l’idea di poter fare sempre male.

Iori (Cittadella) – Partecipa anche lui alla festa del suo Cittadella contro il Pescara, battendo Fiorillo dopo la sua respinta. Regala quantità e qualità, oltre ad essere il metronomo della formazione di Venturato si sgancia spesso per fare densità nella metà campo avversaria.

Spalek (Brescia) – Con la sua marcatura contribuisce al trionfo delle rondinelle, per 63 minuti si muove come una scheggia impazzita senza mai dare punti di riferimento agli avversari, tra le linee.

Attaccanti:

Simy (Crotone) – Contro la Salernitana viene a galla tutto il suo “killer instinct”: firma la rete del vantaggio con un tiro splendido dalla distanza, poi in occasione del raddoppio lascia il povero Micai sul posto.

Bonazzoli (Padova) – Semplicemente implacabile: apre le marcature dopo aver saltato praticamente qualsiasi cosa o persona si frapponga tra lui e il portiere avversario, poi nel secondo tempo si ripete sfruttando alla perfezione il suggerimento di Baraye. Partita da incorniciare.

Moncini (Cittadella) – In quella che probabilmente è una delle migliori stagioni della sua carriera mette a segno un’altra doppietta, portando a quota 6 il suo bottino personale. Risulta determinante anche sul gol di Iori.