Ospite della trasmissione "Pressing Room Granata" in una recente e seguitissima trasmissione, l'ex fantasista della Salernitana Davide Bombardini ha raccontato un aneddoto che risale alla trasferta di Perugia del 2005: "Avevo vissuto una settimana molto particolare, ero stato a letto con la febbre e l'influenza mi aveva fortemente debilitato. L'idea originaria era quella di non partire per l'Umbria e di restare a casa, ma la posta in palio era alta e non volevo mancare. Fosse stato anche per dare un supporto dalla panchina e mettermi a disposizione per il secondo tempo. Ricordo che il direttore Imborgia camminava nervosamente avanti e indietro, io lo guardai e gli dissi: "Te la faccio vincere io, stai tranquillo". "Così conciato? Stiamo messi bene!" fu la sua risposta. Alla fine fui schierato dal primo minuto e segnai il gol della vittoria. Vi racconto quest'aneddoto. Dopo 20 secondi subii un brutto fallo, cadendo a terra mi ritrovai coperto dalla neve. Non so per quale motivo e che efficacia terapeutica ebbe quella neve, ma improvvisamente sparirono tutti i sintomi e mi sentivo come nuovo. Fa quasi sorridere, ma andò proprio così. Posso dire che lì a Salerno ho vissuto due anni intensissimi, alla lunga si instaurò un buon rapporto con i compagni, con gli allenatori e con la tifoseria. Il dodicesimo uomo. Col Torino ci fu un rigore a favore nostro, doveva calciare Longo ma la curva spinse affinché mi presentassi io sul dischetto. Andò bene, non oso immaginare cosa avrebbe detto Pioli se avessi sbagliato

Sezione: News / Data: Mar 22 novembre 2022 alle 18:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
vedi letture
Print