SALERNITANA-CASERTANA: la rivalità tra i tifosi non rovini la festa

In settimana si è assistito a dei botta e risposta tra tifosi, su Facebook. L'auspicio è che il clima avvelenato pre-derby non rovini la festa
08.05.2015 18:15 di Matteo Di Palma   Vedi letture
© foto di @Dario Fico/TuttoSalernitana.com
SALERNITANA-CASERTANA: la rivalità tra i tifosi non rovini la festa

Salernitana-Casertana è un derby molto sentito, soprattutto per la rivalità che contraddistingue da sempre le rispettive tifoserie. Negli anni ormai passati si sono verificati attimi di tensione e violenza tra le opposte fazioni, tra cui il famoso episodio menzionato dai tifosi casertani con uno striscione, nella gara d'andata  mostrato al "Pinto" nel corso di questa stagione: "Ti vanti tanto del Vestuti e della nostra entrata mancata ma fuori nessuna traccia dell'ultras granata".

Il mancato ingresso al Vestuti da parte dei casertani, è riferita alla gara di campionato che si giocò a Salerno il 29 aprile 1990, quando i salernitani si scagliarono in massa contro i pullman con all'interno i tifosi rossoblù lanciando oggetti, allo scopo di non farli entrare allo stadio.

Allo striscione della gara di andata è seguita, il giorno dopo, la replica degli ultras salernitani: "Non viaggio ti aspetto a maggio" recita lo striscione apposto davanti al Vestuti per rispondere alla provocazione.

In questa settimana, su Facebook non sono mancati nuovi sfottò e provocazioni. Qualcuno ha addirittura infangato la memoria dei quattro ragazzi salernitani morti in treno di ritorno dalla trasferta di Piacenza nel 1999. Naturalmente quel post, ora rimosso con tanto di scuse, ha scatenato le ire dei salernitani, e probabilmente l'indignazione anche di qualche casertano.

Per la gara di domani saranno circa 700 i tifosi rossoblù, i quali saranno posizionati come al solito in Curva Nord protetti dalle recinzioni e dalle forze dell'ordine. Il clima è teso, al punto che il Centro Coordinamento Salernitana Club ha voluto invitare i tifosi granata, tramite un comunicato, a vivere una giornata all'insegna "dei veri valori dello sport con l'unico obiettivo di festeggiare una bella vittoria sul campo" e la promozione in Serie B della Salernitana.

Naturalmente, per il derby sono stati studiati tutti i sistemi affinché le due tifoserie non entrino mai in contatto, ed il percorso che condurrà i casertani all'Arechi è segreto. A fine partita i casertani dovrebbero essere i primi a lasciare lo stadio: infatti la maggior parte dei salernitani s'intratterrà per l'evento post-gara organizzato dalla società e presentato da Enzo Guariglia. L'auspicio è che si svolga tutto secondo i piani, e che si possa celebrare la squadra e la vittoria in un clima sereno e festoso.