Il bilancio del ritiro granata, Zito tra i più in forma

 di Paolo Siotto  articolo letto 743 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
Il bilancio del ritiro granata, Zito tra i più in forma

E' terminato questa mattina il ritiro della Salernitana in quel di Roccaporena. Ultimo allenamento prima della partenza per Tolentino dove domani i granata sosterranno una doppia amichevole prima con la rappresentativa locale e nel tardo pomeriggio con l'Ascoli della coppia Maresca-Fiorin. Nell'ultima seduta di allenamento da segnalare la disputa del triangolare intitolato a Massimo Coda. Durante una partitina, Minala si è scontrato con Cojocaru subendo un colpo alla testa. Necessario l'intervento dello staff medico che ha accompagnato il camerunense negli spogliatoi. Infine, controllo antipdoping per Adamonis, Perico, Joao Silva ed il giovane Carrafiello.

Volendo invece tracciare un bilancio del lavoro in terra umbra, emergono alcuni interessanti spunti di riflessione. Il primo è collegato proprio al portiere Marius Adamonis, il quale dovrebbe vestire i panni di vice Radunovic. Il lituano si è messo in mostra sia nel corso degli allenamenti che delle partite, anche contro la Sambenedettese. Coraggioso nelle uscite e reattivo tra i pali, rappresenterà una validissima alternativa al portiere titolare. In difesa va segnalato l'ottimo lavoro di Raffaele Schiavi, il quale da partente potrebbe diventare parte integrante della squadra di Bollini. Importanti spunti anche a centrocampo con Signorelli e Ricci subito in palla. Il giocatore apparso maggiormente in condizione è però Antonio Zito, elemento che potrà rappresentare una pedina fondamentale per Bollini; l'ex Avellino non è solo un duttile e rapido centrocampista ma anche un uomo spogliatoio. Nota dolente invece in attacco: Joao Silva non si è mai allenato con regolarità, Roberto è apparso ancora spaesato. Bollini ha bisogno di due attaccanti e Bocalon riempirà una di queste caselle.