ESCLUSIVA TS - Bacco: "Tifosi vittime del delirio politico". Che attacco a Vincenzo De Luca!

24.07.2020 16:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
ESCLUSIVA TS - Bacco: "Tifosi vittime del delirio politico". Che attacco a Vincenzo De Luca!
TUTTOmercatoWEB.com

In un momento particolarmente complesso per tutt’Italia, finita nella morsa di un virus a quanto pare più mediatico-politico che sostanziale, ci sono professionisti del settore che hanno il coraggio di uscire allo scoperto e che provano ad aprire gli occhi a quelle persone che, ormai, vanno in attacco di panico anche solo per un mal di gola e che vivono l’incubo di una nuova chiusura a settembre, con danni irreversibili per l’economia. La nostra redazione ha avuto il piacere di intervistare il medico-legale Pasquale Bacco che, assieme al virologo Tarro, al magistrato Giorgianni e ad un pool di esperti, sta portando avanti una battaglia prettamente nell’interesse della comunità. Nel mirino il Governatore Vincenzo De Luca che, in queste ore, ha annunciato nuove misure restrittive assumendosi responsabilità che andrebbero oltre i suoi compiti e le specifiche competenze: “De Luca non ha capito" dice Bacco con grande veemenza “stiamo parlando di una persona ignorante in medicina che, ogni giorno e non a caso prima delle elezioni, si sofferma su argomentazioni non di sua pertinenza. Non ha nessuna competenza per imporre le mascherine all’esterno o qualunque altro tipo di misura preventiva. Proprio per questo il sottoscritto e il mio gruppo scriveranno all’Ordine dei Medici facendo un duplice appello. Anzitutto devono fermare le sceneggiate di chi si è divertito a parlare di lanciafiamme e ha fatto battute fuori luogo. Roba che si commenta da sola, almeno eviti di fare la morale visto il frasario che gli appartiene da sempre. In secondo luogo devono spiegare perché non intervengono quando un politico, non un virologo o uno scienziato, parla di obbligo di vaccinazione antinfluenzale per il 100% della popolazione per utilizzarla come diagnosi differenziale. Questa è follia pura. La gente è stanca e ha bisogno di sentire la verità”.

Bacco prosegue: “A Milano tantissimi esperti hanno riso quando ha proposto il vaccino antinfluenzale obbligatorio sostenendo che sia il modo più rapido per individuare il Covid. Se mi vaccino e mi sveglio con tosse e 38 di febbre mica è automaticamente Coronavirus? Ma avete idea di quante malattie si possano contrarre nel periodo invernale o con il clima freddo ?Siamo alla pazzia totale in un Paese che vede in parte dei mass media dei complici inattesi. Il bollettino di De Luca alimenta questa confusione, sarebbe molto più corretto indicare il numero dei malati e non dei contagiati asintomatici. Perché un positivo non è un malato! Una malattia è tale perché è accompagnata da sintomatologia specifica, viceversa non è nulla. Tutti noi siamo positivi al virus dell’Herpes Simplex, eppure non siamo contagiosi 365 giorni all’anno. Perché non rimarca che le terapie intensive sono quasi vuote e che, purtroppo, la stragrande maggioranza delle vittime soffriva di altre patologie? Il loro destino era spesso segnato, il Covid ha accorciato i tempi”.

Su questo argomento si chiedono chiarimenti e nulla è più preciso di numeri e statistiche: “Nel 2019 sono morte 530mila persone a causa delle complicazioni della febbre. Numeri decisamente più elevati rispetto ai 35mila di oggi. Se avessero fatto le autopsie sin dall’inizio avrebbero capito come curare i pazienti e non avremmo realizzato una strage di stato. Viene da pensare alla cattiva fede, a una precisa strategia anche politica non a caso in periodo elettorale. Vogliamo soffermarci sull’immagine dei camion di Bergamo? Grande rispetto per chi non c’è più, ci mancherebbe altro, ma vi sembra normale creare una fila chilometrica con mezzi militari che, forse, contenevano al massimo due bare ciascuno? Non dobbiamo credere a tutte le cose che ci raccontano, il loro scopo è proprio quello di spaventarci e portarci nella loro direzione folle”. Bacco spiega perché si preveda un nuovo aumento di contagi tra settembre e ottobre: “Non c’è nessuna evidenza scientifica che provi un ritorno del contagio tra due mesi. Ci fanno spaventare e inventano questa cosa per dire, successivamente, che ci hanno salvato con i loro vaccini. Mi meraviglio che un popolo sveglio come quello italiano non capisca le dinamiche alla base di questo pseudo virus. Perché Tarro è emarginato, secondo voi? Perché rompe gli equilibri, dice cose scomode, fa cadere i piani che hanno studiato in questo periodo. Invito la gente a ritrovare raziocinio, a ragionare senza farsi condizionare dai soliloqui del Governatore  e di chi a gennaio sminuiva la cosa e oggi va in tv per terrorizzare gli italiani”.

Bacco, Tarro e Giorgianni hanno creato su facebook il gruppo “L’eretico”, laddove vengono veicolate notizie che qualcuno preferisce non diffondere per motivi non difficili da immaginare. La mascherina è in pratica un TSO, ne Vincenzo De Luca né chiunque, in uno stato davvero democratico, potrebbe imporre senza realizzare una violazione costituzionale”. Prevista una interrogazione in Senato, ma le iniziative in cantiere sono tante. Bacco chiosa parlando della chiusura degli stadi e della Salernitana: “I tifosi sono tra le vittime di questo delirio collettivo dettato da uno pseudo virus. Stanno pagando a caro prezzo la follia di chi deve assumere decisioni, gli stadi chiusi sono una forzatura del Governo e non hanno nessun senso. Il problema è sempre quello: decidono i politici, non i medici. Quanto alla Salernitana, ricordo ancora quando il mio gruppo era intenzionato ad acquistare la società. Dicemmo al Sindaco Vincenzo De Luca che, se Lombardi non avesse ceduto il club alla Meleam, sarebbe fallito dopo pochi mesi. Non volle vendere, la guerra tra lui e l’amministrazione comunale era accesissima e la gente di Salerno ne ha pagato le conseguenze”.