SALERNITANA: "Che lingua parlate a Salerno?". Il retroscena sulla squalifica di Avallone

08.08.2020 22:00 di Gaetano Ferraiuolo   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
SALERNITANA: "Che lingua parlate a Salerno?". Il retroscena sulla squalifica di Avallone

Quando il giudice sportivo ha comunicato la squalifica del team manager Salvatore Avallone rimarcando un gesto violento commesso negli spogliatoi, la stragrande maggioranza della tifoseria salernitana è rimasta sorpresa. La passione granata ha spesso spinto il dirigente a protestare con veemenza e ad esultare in stile ultra, ma nessuno può mettere in discussione la sua correttezza e la sua professionalità. Il quotidiano Il Mattino ha ricostruito l'accaduto sottolineando che la provocazione sarebbe partita da un calciatore dello Spezia. Il difensore Terzi, infatti, dopo il triplice fischio finale si sarebbe lasciato scappare un "Ma che lingua parlate a Salerno?" che poteva comportare una squalifica per discriminazione territoriale. Da innamorato di Salerno e della Salernitana, Avallone si è sentito chiamato in causa ed ha reagito d'istinto sotto lo sguardo del direttore di gara. Come sempre, dunque, inflessibili con il cavalluccio e permissivi con altri. Fosse confermato questo episodio sarebbe davvero una grandissima caduta di stile dello Spezia.