Un auto di tifosi della Paganese di ritorno dalla trasferta del “Partenio” viene intercettata da un gruppo di tifosi dell’Avellino di rientro a casa e, subito dopo, buona parte dei supporters liguorini in carovana si fermano nel bel mezzo dell’autostrada per “vendicare l’onta”. Tanto è bastato, ieri pomeriggio intorno alle 17, a scatenare il caos sul raccordo Salerno-Avellino, in direzione Sud: i supporters azzurrostellati si sono riversati in strada, nel tratto fra gli svincoli di Solofra e Montoro, per “difendersi” dal tentativo d’assalto dei rivali, in particolare due auto che avrebbero “fermato” un mezzo che riportava a casa un gruppo di tifosi della Paganese. Il tutto sotto gli occhi, increduli, di decine di automobilisti costretti a restare per quasi un’ora intrappolati nelle proprie vetture prima di riprendere il viaggio visto che molti dei mezzi che trasportavano gli aficionados della “stella” sono stati letteralmente parcheggiati nel bel mezzo della strada, impedendo così il transito a qualsiasi altra vettura.

Toccherà agli agenti della Questura di Avellino, adesso, chiarire al meglio quanto accaduto al termine del derby del “Partenio” di ieri pomeriggio: gli agenti irpini hanno già preso contatto con i colleghi salernitani per avviare le indagini e identificare gli autori del caos. Perché le tensioni sono andate avanti a lungo, diventando subito “virali” con i tanti video diffusi sui social. Feriti non ce ne sono. I danni, invece, restano: nel corso del tumulto, infatti, sono state danneggiate diverse autovetture. Sarebbero stati i tifosi della Paganese, intenti a “difendersi” dal tentativo d’agguato, a rivolgere la loro ira anche contro le vetture di persone che non c’entravano nulla. Fra i coinvolti nelle tensioni c’è - come confermato anche dagli agenti della Questura di Avellino - anche un automobilista che ha tentato di protestare: l’uomo sarebbe stato strattonato e minacciato mentre le chiavi della sua vettura sono state prese e lanciate nei terreni che costeggiano la carreggiata autostradale. Uno degli episodi attenzionati dalle forze dell’ordine che proveranno a chiarire tutta la questione nelle prossime ore.

Sezione: News / Data: Lun 25 ottobre 2021 alle 15:30 / Fonte: La Città
Autore: TS Redazione
vedi letture
Print