Intervistato dall'associazione Freedom durante la trasmissione Cento+2 organizzata in collaborazione con la nostra redazione, Davide Bombardini fa la carte al campionato: "Ogni anno, in B, c'è la classica sorpresa. Chissà che non possa essere proprio la Salernitana. Castori ha grande esperienza, sa gestire bene il gruppo e trasmette una identità precisa. Ci sono squadre forti come Brescia, Lecce ed Empoli, ma è una categoria che non dà nulla per scontato. Come ho detto prima è sicuramente penalizzante non avere la tifoseria al proprio fianco, ricordo quante volte trovavamo energie infinite guardando la nostra curva. Si caricavano anche gli avversari, come capitò a me a Palermo quando mi fischiavano tutti e disputai, forse, la miglior partita con la maglia granata. Laziali? Non credo che scendano in campo pensando al futuro, un professionista serio vuole soltanto vincere la partita e dimostrare di meritare il posto. La Salernitana non può essere vista come una seconda squadra e spero sia l'anno buono per il grande salto". 

Sezione: News / Data: Sab 05 dicembre 2020 alle 22:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print