L’orizzonte del big match e lo sfondo d’un calciomercato che s’agita nel momento in cui tutto può accadere e al contempo essere smentito. Fabrizio Castori prepara Empoli-Salernitana sapendo che ci arriverà con un solo rinforzo, e per ora se lo fa bastare. Ha voluto e ottenuto Coulibaly all’alba di gennaio, a maggior ragione sapendo di dover andare a casa della capolista senza Di Tacchio né Capezzi (squalificati). E così, a centrocampo, subito dentro l’ex Udinese, provato da mezzala destra in un 3-5-2 che, nonostante l’emergenza in mediana, lascia un ballottaggio interessante per l’altra maglia da interno. Schiavone è la soluzione da battaglia, Anderson la carta di qualità e imprevedibilità, dando per scontato che il ruolo di play lo (ri)prenda Dziczek, chiamato a dare una svolta a una stagione fin qui deludente al netto delle doverose attenuanti per il grande spavento vissuto in allenamento nel giorno di San Matteo. Per il resto la formazione che domenica sera al Castellani affronterà i toscani pare per grandi linee delineata, con un dubbio nel terzetto difensivo dove Mantovani spera in un’altra chance dal 1’ dopo il pomeriggio grigio di Monza, sapendo che la sua presenza numero otto sarebbe inchiostro sul rinnovo automatico del contratto per tre anni, in base a una clausola fissata nel giugno scorso. Poi “quelli di sempre”, finendo con la coppia d’attacco Tutino-Djuric.

Sezione: News / Data: Mer 13 gennaio 2021 alle 09:00 / Fonte: La Città
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print