Una squadra dalla testa… dura. Salernitana regina dei duelli aerei vinti nel campionato di serie B appena concluso, anche grazie all’apporto del gigante Milan Djuric, uno che sulle palle alte è per distacco il miglior interprete della categoria, anche grazie ai suoi due metri abbondanti di altezza. Dati che confermano il pragmatismo della squadra di Fabrizio Castori che sempre ha ribadito nel corso della stagione la sua idea di calcio tesa alla verticalizzazione immediata, a cercare proprio la spizzata dell’ariete bosniaco, o l’attacco aggressivo alle seconde palle, uno dei principali punti di forza della formazione granata. E lo testimoniano anche i numeri offerti da Foot Data, portale dedicato alle statistiche che da qualche giorno ha iniziato un rapporto di collaborazione con il sito di bandiera della società dell’ippocampo in A grazie ai duelli aerei vinti, ben 999 per la Salernitana, che detiene il primato assoluto di questa speciale classifica. Basti pensare, infatti, che la squadra che si è piazzata al secondo posto è il Cittadella (926), che però ha disputato anche i playoff, persi in finale contro il Venezia, mentre sull’ultimo gradino del podio c’è il Vicenza (820), che però ha giocato una partita in più rispetto a Djuric e compagni, che con la Reggiana hanno infatti vinto 3-0 a tavolino. Un dato schiacciante, così come per il centravanti granata, che non è riuscito a ripetersi dal punto di vista realizzativo dopo l’ottima stagione, la migliore in carriera, alle dipendenze di Gian Piero Ventura, ma ha saputo essere elemento fondamentale anche per il suo successore Castori. Sono infatti 340 i duelli vinti dall’ariete di Tuzla, quasi il doppio rispetto a Michele Marconi, attaccante del Pisa che si piazza al secondo posto a quota 182, mentre completa il podio Florian Ayé del Brescia (135). Un distacco notevole, che la dice lunga sulla centralità nel progetto tattico all’interno della truppa granata di Djuric, ma soprattutto sull’utilità, anche nelle piccole, cose, spesso poi rivelatesi determinanti, della punta il cui contratto scadrà la prossima estate. Nei giorni scorsi, infatti, il procuratore del calciatore Vittorio Sabattini (agente anche di Ramzi Aya) è stato avvistato a Salerno per iniziare a discutere con la società il rinnovo del contratto del suo assistito, che spera di mettere al servizio dei compagni tutta la sua generosità e prestanza fisica anche in A. Dimostrando, così come tutta la Salernitana, di avere la testa dura anche in massima serie...

Sezione: News / Data: Gio 10 giugno 2021 alle 21:30 / Fonte: La Città
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print