Si è giocata ieri in tarda mattinata la partita tra Pordenone e Entella. In ottica Salernitana non poteva andare meglio di così, dal momento che i padroni di casa hanno inflitto un pesante e perentorio 3-0 ai liguri conquistando virtualmente la salvezza in largo anticipo. Questo sta a significare che la formazione di Domizzi, fresco d'esordio tra i professionisti dopo il sorprendente esonero di Tesser, potrebbe affrontare i granata tra qualche settimana senza assilli di classifica o preoccupazioni particolari, un bel vantaggio rispetto alla passata stagione che si chiuse con tutte le squadre che lottavano per la promozione diretta ed i playoff. Di contro, l'Entella (contro cui si giocherà sabato) ha un piede e mezzo in serie C e nona ha più nulla da chiedere alla sua disastrosa stagione. Guai a sottovalutare i biancazzurri, ovviamente, dal momento che la squadra di mister Vivarini ha recentemente imposto il pareggio a Lecce e Monza dominando nel secondo tempo di Empoli. Una rosa che, presa singolarmente, non vale l'ultimo posto in graduatoria, con gente come Schenetti, Mancosu, Pellizzer e De Luca che ha sempre fatto la differenza in questa categoria. Ma se si vuol davvero vincere il campionato e ambire alla promozione non si può prescindere da un successo al Comunale.

Sezione: News / Data: Mar 06 aprile 2021 alle 19:00
Autore: Luca Esposito / Twitter: @lucesp75
Vedi letture
Print