La vittoria di oggi pomeriggio contro il Pordenone ha fatto esplodere di gioia la città di Salerno, al punto che qualcuno sta festeggiando forse prematuramente la promozione. In realtà ci sono ancora due avversari da affrontare, squadre che meritano il massimo rispetto e che, in tempi di controlli a gogo, non potranno certo regalare nulla anche nel rispetto di un campionato bello e spettacolare come non accadeva da tantissimo tempo. L'Empoli, capolista incontrastata ormai dalla prima giornata, non verrà certo all'Arechi per fare brutta figura, il Pescara si è rimesso clamorosamente in corsa e, in virtù della nota rivalità tra le tifoserie, di certo non si scanserà e vorrà chiudere con massima dignità come ha già dimostrato oggi con la Reggiana. Del resto il precedente con il Cosenza, che già salvo vinse per 2-1 a Salerno davanti a 5000 spettatori, deve fungere da insegnamento. Sarà fondamentale la gestione emotiva di un gruppo che non avrebbe mai immaginato di vivere un'annata del genere. Ma che ora deve completare questo capolavoro. 

Sezione: News / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 22:00
Autore: Luca Esposito / Twitter: @lucesp75
Vedi letture
Print