Ad Ascoli Gennaro Tutino, rivelandosi anche un grande opportunista, ha segnato i gol numero 9 e 10 della sua prima stagione in granata. L’attaccante napoletano ha così eguagliato il suo record di marcature in una stagione, fatto registrare nel 2018/19 con la maglia del Cosenza. Il capocannoniere della Salernitana avrà a disposizione altre 14 gare per migliorarsi ulteriormente. L’uno-due micidiale firmato al Del Duca ha regalato alla squadra di Castori i 3 punti e alla punta partenopea, che nella ripresa ha colpito pure una traversa, la doppia cifra dal punto di vista realizzativo. Tutino è stato quindi bravissimo a voltare subito pagina e a lasciarsi alle spalle l’errore dal dischetto commesso contro il Vicenza: con quel penalty l’ex di Empoli e Verona avrebbe potuto regalare un’altra vittoria alla Salernitana.

Tra l’altro, Tutino si sta rivelando bomber da trasferta (dove ha timbrato 6 volte il cartellino): fino a questo momento l’attaccante granata ha segnato in casa del Chievo, al San Vito/Marulla contro il “suo” Cosenza, a Brescia, a Pisa. Al Del Duca è arrivata la sua prima doppietta esterna. Tra le mura amiche, invece, Tutino ha segnato 4 gol: doppietta all’Arechi col Pisa e un gol a testa contro Virtus Entella e Chievo. La sensazione è il 25enne napoletano abbia ancora ampi margini di miglioramento e che possa arricchire il suo bagaglio tecnico. Dal punto di vista fisico, Tutino, bravissimo a giocare negli spazi, appare obiettivamente una “fuoriserie” per la cadetteria. La Salernitana ha un accordo col Napoli, proprietario del cartellino: il club di Lotito e Mezzaroma sarà obbligato a riscattarlo (sborsando 5 milioni di euro) in caso di Serie A. Altrimenti, il futuro del capocannoniere granata sarà tutto da decifrare.

Sezione: News / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 20:30 / Fonte: Salernonotizie
Autore: TS Redazione
Vedi letture
Print