Vi abbiamo raccontato in anticipo un mese e mezzo fa della lodevole iniziativa della “Saggese Editori” che, su suggerimento di penne di prestigio come De Fazio, Cioffi e Adinolfi, aveva sposato un interessante progetto proprio in prossimità delle festività natalizie: dedicare un libro alla storia del movimento ultras granata, illustrato attraverso aneddoti, immagini inedite, testimonianze, interviste e ogni sorta di chicca inedita che impreziosisce un’opera di altissimo livello, curata in ogni suo dettaglio e…già a ruba. Del resto non c’erano dubbi: il ritrovato entusiasmo della piazza ha spinto una marea di persone a mettere in bacheca un piccolo capolavoro che consente ai tifosi di ieri e di oggi di confrontarsi, di rivivere momenti forse irripetibili e di proiettarsi all’anno prossimo con la voglia matta di tornare all’Arechi e sostenere dal vivo la squadra del cuore come gli ultras storici hanno sempre fatto mettendo la maglia davanti a qualsivoglia tipo di contestazione verso la presidenza. Altri tempi, altra mentalità, ma si inizia finalmente a respirare un clima diverso anche grazie ad iniziative di questo genere, fatte con amore, professionalità, senso del dovere, responsabilità e con una equipe che, dietro le quinte, ha curato ogni dettaglio per fornire ai lettori un prodotto di spessore, forse unico nel suo genere della storia della letteratura sportiva salernitana.

Nell’arco della prima settimana furono vendute tutte e mille le copie a disposizione, con adesioni e richieste numerose non solo a Salerno e provincia, ma anche in tutt’Italia e in alcune città europee e del resto del mondo. Centinaia e centinaia di salernitani residenti all’estero o in altre regioni non vedevano l’ora di emozionarsi grazie ad un libro che fa capire, ove mai ce ne fosse bisogno, quanto sia forte l’amore della gente nei confronti della maglia granata e del cavalluccio marino, un sentimento che si tramanda di padre in figlio dal 1919 ad oggi e che, nel giorno del centenario, è sfociato in qualcosa di magico e in una partecipazione emotiva che non ha precedenti nella storia del calcio. La ristampa sta avendo il medesimo successo, le ultime copie sono disponibili presso i punti vendita autorizzati (fondamentale si è rivelato il lavoro di Fans Shop della famiglia Nasti, sempre al fianco della Salernitana e di giovani professionisti che hanno il coraggio di investire e la competenza per stupire) e “Ultras, un’altra storia” ha rappresentato un bellissimo e gettonatissimo regalo da mettere sotto l’albero per le festività. Un plauso a Francesco Saggese, ambizioso editore (il terzo più giovane in Italia) sostenuto da una splendida famiglia. “E’ una soddisfazione immensa” ha detto ai nostri microfoni “appena un anno dopo l’inaugurazione stiamo avendo riscontri incredibili. Aver venduto oltre mille copie e pensare già ad una seconda ristampa certifica il buon lavoro degli autori, ma anche l’immensa passione del popolo granata. Tanti ultras ci hanno contattato per commentare un libro fatto più col cuore che con la penna, un insieme di sensazioni indescrivibili che ci fanno capire quanto la Salernitana faccia ormai parte della vita e della quotidianità di ciascuno di noi. Senza passato non c’è futuro e, in un momento in cui gli stadi sono chiusi e i giovanissimi si legano alle squadre di A, era fondamentale far capire a tutti “chi noi siamo”, come canta la magnifica curva Sud”.

E il suo amore per la Salernitana lo ha spinto a realizzare in breve tempo già due opere dedicate alla squadra del cuore, con la storia di Antonio Esposito e un evento estivo di altissimo profilo socio-culturale. Se poi ricordiamo che buona parte dei proventi sarà destinata agli ospedali per aiutare persone malate di tumore non ci resta altro che ringraziare i protagonisti principali di questa storia e dare risalto ad un progetto vincente. Un progetto targato Saggese Editori.

Sezione: News / Data: Mar 12 gennaio 2021 alle 16:00
Autore: Gaetano Ferraiuolo
Vedi letture
Print