VENTURA: "Partita condizionata da due ingenuità. Bravi a recuperare il risultato"

29.06.2020 21:34 di Orlando Aita   Vedi letture
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com
VENTURA: "Partita condizionata da due ingenuità. Bravi a recuperare il risultato"

Salernitana-Cremonese è stata una partita non adatta ai 'deboli di cuore'. Emozioni, gol e tanto agonismo. La squadra granata è riuscita a recuperare il risultato in tre occasioni, rischiando, poi, nel finale di vincerla. E mister Ventura, alla fine dei novanta minuti, nella consueta conferenza stampa, ha analizzato insieme ai giornalisti presenti in conference-call gli aspetti positivi e negativi della prestazione dei suoi ragazzi. 

Ecco le parole del tecnico ligure: "E' stata una partita condizionata da due grandi ingenuità. La prima è quella in cui abbiamo regalato il gol del primo vantaggio alla Cremonese. La seconda, invece, è stata l'espulsione di Lombardi, secondo me immeritata. Comunque abbiamo fatto vedere buone cose, siamo stati padroni del campo. Loro non hanno fatto granché, quelle poche azioni create sono nate da delle nostre disattenzioni. Venerdì, a Chiavari, avevo visto dei segnali positivi, il gruppo sta crescendo ed è compatto. E oggi quelle sensazioni sono state confermate. Soprattutto perché siamo stati a bravi a recuperare il risultato più volte. Ovviamente c'è grande rammarico perché abbiamo perso due punti importanti, alla nostra portata. Dobbiamo migliorare sotto l'aspetto mentale, psicologico. Gli errori commessi oggi sono facilmente eliminabili. E lo faremo con serenità da domani e nelle prossime settimane. Tutto questo fa parte del nostro cammino di crescita. C'è stata grande disponibilità da parte di tutti, anche di chi è entrato dalla panchina. Siamo stati fermi tre mesi e ci troviamo in una situazione difficile. E' un campionato strano, basta poco per ribaltare tutto. Il nostro obiettivo è migliorare partita dopo partita. Se dovessimo centrare i play-off e ci andassimo con lo stesso spirito visto nel secondo tempo con il Pisa, allora è meglio chiudere subito la stagione. Invece noi dobbiamo arrivare lì e giocarcela con tutti. L'esclusione di Kiyine è stata una scelta dettata dalla sua condizione fisica, deve recuperare. Soltanto Jaroszyński e Djuric hanno giocato tutte le partite finora. In questo momento devo gestire bene la rosa e mandare in campo i calciatori più freschi. L'estensione dei contratti credo sia stata fatta a tutti, di questo però bisogna parlarne con la società. Su quello che è accaduto in panchina stenderei un velo pietoso. Questa squadra sta crescendo tanto, un buon gruppo si costruisce con il tempo. Io credo che questi ragazzi ci regaleranno tantissime soddisfazioni".