La redazione di TuttoSalernitana ha contattato telefonicamente l'ex difensore della Salernitana Thomas Heurtaux, attualmente in Slovacchia dopo una trattativa con l'Arezzo. Le sue parole sono state molto chiare, non sono mancate stoccate al direttore sportivo Fabiani:

Che campionato sta facendo la Salernitana?

"La Salernitana si può giocare la promozione. Ho visto il calendario e il destino è nelle loro mani, secondo me possono andare in A direttamente. Il mister è bravo, spero che ci possa essere questa promozione che la città aspetta da tempo. La linea difensiva lavora molto bene, guidata da un buon portiere. La squadra si muove bene, prendono pochi gol e questo è importante. Non subire gol a volte conta più di segnarne tanti".

Perchè Heurtaux ha lasciato Salerno?

"E' una lunga storia. Mesi fa ho fatto un intervento a SportItalia e ho parlato di delusioni per quanto riguarda l'esperienza di Salerno. Ho avuto difficoltà. ho giocato poco e con la società non è andata bene. A Salerno però sono stato bene, mia moglie ha un bel ricordo e appena possibile vorrei tornare per passare un po' di tempo con gli amici. L'addio? Mi hanno preso in giro, il direttore sportivo Fabiani e la procuratrice non si sono comportati bene e ho fatto scelte che hanno dato vantaggio solo a loro. Non me lo aspettavo, voglio sincerità alla base dei rapporti e sul campo ho dato ottima disponibilità. Ho avuto un danno economico".

Segui ancora la Salernitana?

"Ho guardato spesso le partite perchè conosco qualche giocatore. Non c'era gioco, ora hanno avuto dei miglioramenti e subiscono poco. E' una bella Salernitana, non ha niente di meno delle altre. A Lecce se la giocano, poi arriverà il Monza. Ce la possono fare".

DIfferenze tra quest'allenatore e la gestione tecnica precedente?

"Castori ha ragione: servono i punti, la concretezza è importante e la Salernitana ha questa caratteristica. Calcio diverso rispetto a Ventura, ma la classifica è ottima. L'anno scorso qualcosa non ha funzionato, all'ultima giornata potevamo fare il passo e non ci siamo riusciti. Il post lockdown non è stato buono".

Lo scorso anno Djuric e Cicerelli hanno fatto bene, ora uno non segna e l'altro non gioca. Te lo aspettavi?

"Djuric non segna molto, ma è un giocatore importantissimo. Sa tenere la palla, è grosso, ha esperienza e qualità. Fa meno gol ma aiuta gli altri. Lo reputo un calciatore fondamentale. Cicerelli purtroppo non ha spazio, mi dispiace perchè è un ottimo giocatore ma ora ci sono i risultati e un allenatore mantiene l'equilibrio senza cambiare formazione".

Sezione: Esclusive TS / Data: Mar 23 marzo 2021 alle 23:00
Autore: Luca Esposito / Twitter: @lucesp75
Vedi letture
Print